Zinzendorf, nikolaus ludwig von (1700-1760)

Zinzendorf, nikolaus ludwig von (1700-1760), poeta, predicatore, teologo e leader religioso. Il conte Zinzendorf era una figura controversa all'interno del pietismo tedesco nella prima metà del XVIII secolo. Sosteneva un approccio non razionale al cristianesimo che chiamava "religione del cuore". Oltre ad essere un teologo e un autore creativo, fu il fondatore di una comunità religiosa dinamica nota come Brüdergemeine (Comunità dei Fratelli, ora comunemente chiamata Chiesa di Moravia) che stabilì comunità in quattro continenti.

Zinzendorf era il figlio di George Ludwig von Zinzendorf, consigliere alla corte del re di Sassonia, e Charlotte Justine von Gersdorf. A causa della morte prematura di suo padre, Zinzendorf fu allevato principalmente da sua nonna, Henrietta Catherine, baronessa von Gersdorf (1648-1726), che era strettamente collegata ai leader del movimento pietista, Philipp Jacob Spener (1635-1705) e August Hermann Francke (1663-1727).

Quando aveva dieci anni, Zinzendorf fu mandato alla scuola di Francke ad Halle, dove sviluppò un forte interesse per il programma pietista. Fu quindi inviato all'Università di Wittenberg per l'istruzione avanzata per ampliare la sua prospettiva, ma Zinzendorf si dedicò a scopi teologici e religiosi piuttosto che alla politica e al diritto.

Dopo il suo matrimonio con Erdmuth Dorothea von Reuss (1700–1756) nel 1722, Zinzendorf fu profondamente coinvolto con un gruppo di rifugiati protestanti della vicina Moravia che sosteneva di essere un residuo dell'Unità dei fratelli, un protestante pre-Riforma chiesa con radici nel movimento hussita. Oltre a offrire ai Moravi protezione dalla persecuzione, Zinzendorf ha organizzato il loro villaggio di Herrnhut come una comunità religiosa unica.

L'Accordo Fraterno del 1727 subordinava le attività secolari a una missione religiosa. Le donne hanno assunto ruoli di leadership quasi uguali a quelli degli uomini. Gli artigiani hanno ricoperto incarichi di leadership accanto ai nobili. Diverse pratiche tipiche della Moravia ebbero origine a Herrnhut, come i testi quotidiani tratti dalla Bibbia, prendere o confermare decisioni attraverso la sorte, la confessione di fede dell'alba pasquale, il lavaggio dei piedi e le feste d'amore. Attraverso scuole, pubblicazioni e comunità in stile Herrnhut, i Moravi stabilirono una forte presenza in tutta l'Europa protestante, specialmente in Germania, Svizzera, Baltico, Paesi Bassi e Isole britanniche.

Nel 1735 Zinzendorf fu ordinato ministro luterano, sebbene non abbia mai ricoperto una posizione ufficiale nella chiesa. Sempre nel 1735 dispose l'ordinazione di uno dei suoi seguaci della Moravia come vescovo della quasi defunta Unitas Fratrum. Nel 1737 Zinzendorf fu consacrato vescovo della Moravia.

Ispirati da Zinzendorf, i primi missionari della Moravia partirono per Saint Thomas (Isole Vergini) nel 1732. Presto il lavoro missionario fu stabilito tra gli Inuit in Groenlandia e Labrador, i Khoi Khoi in Sud Africa, il Delaware nel Nord America britannico e molti altri tribali popoli del mondo atlantico. Durante il suo viaggio in Georgia, John Wesley (1703–1791) incontrò i missionari della Moravia e si interessò alla teologia di Zinzendorf. Gli scritti di Zinzendorf hanno giocato un ruolo importante nel primo sviluppo del movimento metodista.

La polemica ha turbinato intorno a Zinzendorf durante la sua carriera. Nel 1736 fu esiliato dalla Sassonia perché ospitava profughi religiosi dalle terre asburgiche. Successivamente Zinzendorf viaggiò molto, compresi due viaggi in Nord America, dove predicò agli schiavi e ai tribali.

Durante il 1740 Zinzendorf sviluppò alcune delle sue idee più creative e controverse. Tra questi c'era il "sistema di cori" che ha sostituito le strutture familiari tradizionali nelle comunità della Moravia con raggruppamenti in base all'età e al sesso. Ha anche promosso un atteggiamento positivo verso la sessualità. Ad esempio, ha sostenuto che l'incarnazione di Cristo ha reso santi sia i genitali maschili che quelli femminili poiché Cristo era nato da una donna e aveva organi maschili. Ha anche insegnato alle coppie sposate a considerare il rapporto sessuale come un atto sacramentale che simboleggia l'unione mistica dell'anima con Cristo. Inoltre, Zinzendorf ha incoraggiato i suoi seguaci ad adorare lo Spirito Santo come "Madre" e ha sostenuto che tutte le chiese sono espressioni della vera chiesa invisibile. La cosa più controversa fu la sua promozione di una "teologia della croce" luterana attraverso un culto altamente evocativo delle ferite di Cristo.

Nel 1747 l'esilio di Zinzendorf dalla Sassonia fu revocato e l'anno successivo i Moravi ricevettero il riconoscimento ufficiale in Sassonia perché si erano dimostrati buoni sudditi. Nel 1749 Zinzendorf convinse il parlamento britannico a riconoscere la Chiesa della Moravia come "una chiesa antica e apostolica", aprendo la strada a ulteriori missioni nelle colonie britanniche.

Anche nel 1749 Zinzendorf subì il duro colpo al suo lavoro quando morì il conte Ernst Casimir di Ysenburg-Büdingen (governato dal 1708-1749), il signore secolare della comunità morava di Herrnhaag nel Wetterau. Suo figlio e successore Gustav Friedrich Casimir (governato dal 1749 al 1768) ordinò ai Moravi nel suo regno di giurargli fedeltà e ripudiare la loro fedeltà a Zinzendorf. A questa crisi possono aver contribuito i resoconti di erotismo legati alla venerazione delle ferite di Cristo tra i fratelli single alla fine degli anni Quaranta del Settecento (il cosiddetto Tempo di Setacciatura). Più di mille Moravi scelsero di trasferirsi nel 1740 piuttosto che rifiutare Zinzendorf. Furono costretti ad abbandonare i costosi edifici di Herrnhaag e la conseguente crisi finanziaria quasi distrusse la chiesa.

Nel 1755 Zinzendorf tornò a Herrnhut, dove curò e ripubblicò le sue opere. Dopo la morte di Erdmuth nel 1756, sposò nel 1757 la sua collaboratrice Anna Nitschmann per tutta la vita. La morte di Zinzendorf nel 1760 fu un duro colpo per la chiesa. Sotto la guida di August Gottlieb Spangenberg (1704–1792), l'orientamento della chiesa divenne sempre più conservatore.

Zinzendorf ha lasciato un'eredità poliedrica. Fu un precursore della moderna teologia soggettiva esemplificata in Friedrich Schleiermacher (1768-1834), e fu un primo poeta romantico. Inoltre, la sua insolita comprensione di razza, genere, sessualità e società attira l'attenzione e persino l'ammirazione. Ha stabilito importanti comunità moravi a Bethlehem, Pa., E Salem, NC, che continuano ad essere centri di lavoro moravo in America. All'inizio del XXI secolo la maggior parte dei suoi seguaci si trovava nell'Africa orientale, grazie all'impegno della missione della Moravia.