Zattere e rafting

Zattere e rafting. La zattera, il tipo più semplice di moto d'acqua, fu inizialmente costruita legando insieme diversi tronchi o canne con viti o pelle di animale, e serviva da trasporto d'acqua già nella preistoria. Negli Stati Uniti, la forma più semplice della zattera, chiamata anche flatboat, consisteva in tronchi e assi fissati insieme per formare una piattaforma mossa dalle correnti del fiume. La barca a chiglia, una versione più elaborata della zattera che poteva essere messa in picchiata, remata e persino navigata, aveva anche la capacità di viaggiare a monte. Entrambi gli stili di zattera erano usati nella valle del fiume Mississippi prima della guerra civile. Gli immigrati poveri spesso usavano la barca a chiglia piatta per trasportare legname, bestiame e foraggio. La barca a chiglia, utilizzata da Lewis e Clark nella loro spedizione lungo il fiume Missouri nel 1804-1805, fu utilizzata anche nel commercio di pellicce e per il trasporto di merci e persone. Il nuovo battello a vapore, inventato all'inizio del XIX secolo, sostituì quasi interamente la zattera dalla Guerra Civile. Le zattere, tuttavia, non caddero in completa obsolescenza. All'inizio del ventunesimo secolo, le zattere rigide e gonfiabili sono utilizzate come equipaggiamento di emergenza su navi e aeroplani, nonché per la ricreazione. Il rafting, per alcuni, non evoca più l'Huckleberry Finn di Mark Twain; invece, porta con sé l'emozione e il pericolo di navigare rapide di acque bianche.

Bibliografia

Baldwin, Leland Dewitt. L'età della barca a chiglia sulle acque occidentali. Pittsburgh, Pa .: University of Pittsburgh Press, 1941. Ristampa, 1980.

Mueller, Edward. Battelli a vapore di rafting del fiume Mississippi superiore. Atene: Ohio University Press, 1995.

Lila CorwinBerman