Yuri danilovich

(† 1325), gran principe di Vladimir e principe di Mosca che ha avviato la rivalità per la supremazia tra Mosca e Tver nella Russia nord-orientale.

Nel 1303 Yuri succedette a Mosca a suo padre Daniel Yaroslavich. Dopo la morte del Gran Principe Andrei Alexandrovich di Vladimir nel 1304, Yuri sfidò Mikhail Yaroslavich di Tver per il gran trono principesco. Ha visitato Khan Tokhta a Saray, con l'intenzione di acquistare il brevetto per Vladimir con dei regali, ma Mikhail ha vinto. Poiché Yuri respinse la decisione, Mikhail attaccò Mosca senza successo nel 1305 e 1308. Anche suo figlio Dmitry marciò contro Yuri, ma il metropolita Peter, che sosteneva Mosca, lo fermò. Anche i Novgorodiani preferivano Yuri e lo invitarono nel 1314 a diventare il loro principe. Mikhail, tuttavia, riacquistò il possesso della città in assenza di Yuri nel 1316 quando Yuri visitò l'Orda d'Oro. In quell'occasione il khan gli diede il brevetto per Vladimir. Tornò a casa con le truppe tartare per consolidare il suo governo, ma, quando attaccò Mikhail nel 1318, quest'ultimo lo sconfisse. Per risolvere lo stallo, sono andati a Saray per un giudizio. Khan Uzbek nominò nuovamente Yuri gran principe e fece mettere a morte Mikhail. Nel 1322, mentre Yuri aiutava a difendere Novgorod dai tedeschi, il successore di Mikhail e il figlio Dmitry convinsero il khan, con le solite tangenti, a dargli Vladimir. Dopo aver assistito i Novgorodiani costruendo una fortezza sul fiume Neva e catturando Ustyug sulla Dvina settentrionale, Yuri si recò a Saray per sfidare la nomina di Dmitry. Il 21 novembre 1325, Dmitry uccise Yuri presso l'Orda d'Oro per vendicare la morte di suo padre.