Yuan (dinastia)

Gli Yuan (Lanatai, Lao, Youanne, Youon, Yun) sono parlanti Tai che abitano principalmente la regione di Chiang Mai nel nord della Thailandia. Erano 6,000,000 in Thailandia nel 1983, e ce n'erano da 3,000 a 5,000 in Laos nel 1962. Condividono con il Lao, Khün, Lü e Nüa un complesso di tratti culturali associati al buddismo in lingua pali settentrionale (scrittura, termini educati, tempio architettura). Sebbene si assimili alla cultura nazionale, lo yuan può essere distinto dagli altri thailandesi per i loro lunghi legami culturali e storici con la regione del Mekong. Lo Yuan può anche essere distinto dal Lao della Thailandia nord-orientale in quanto il primo una volta si tatuava il ventre e per differenze dialettali.

Tra la metà e la fine del XIX secolo, sebbene apparentemente sotto il dominio del re del Siam, gli Yuan di Chiang Mai erano in realtà sotto il controllo assoluto del principe di Chiang Mai. La nobiltà terriera veniva alla sua corte una volta all'anno per offrire la loro fedeltà. Ben nel XX secolo, la nobiltà impose limitazioni alla proprietà e ai diritti personali di contadini e artigiani, tra cui la corvée e la coscrizione militare. Inoltre, i prodotti agricoli e i manufatti erano tassati e requisiti. (In un villaggio della lavorazione del ferro, ad esempio, la tassa doveva essere pagata sotto forma di catene di elefanti e pentole). La schiavitù esisteva ancora nel diciannovesimo secolo. La guerra e il reinsediamento hanno causato enormi sconvolgimenti sociali. C'era anche una grande esposizione alle influenze esterne sotto forma di commercio. Le carovane commerciali cinesi annuali correvano dallo Yunnan a Chiang Mai, Moulmein e ritorno. Lo Yuan gestiva carovane commerciali, che includevano bestiame, verso la Birmania. Inoltre, il fiume era un importante collegamento commerciale con Bangkok e altri insediamenti a valle.

Bibliografia

Freeman, John H. (1910). Un Terra orientale della libertà. Philadelphia: Westminster Press.

McGilvary, Daniel (1912). Mezzo secolo tra siamesi e laotiani. New York e Londra: Fleming Revell.

Seidenfaden, Erik (1958). I popoli thailandesi. Bangkok: Siam Society.

Sharp, Lauriston, Hazel M. Hauck, Kamol Janlekha e Robert B. Textor (1953). Siamese Rice Village: A Preliminary Study of Bang Chan, 1948-1949. Bangkok: Centro di ricerca Cornell.