York, alvin

York, Alvin (1887-1964), soldato americano ed eroe della prima guerra mondiale noto come "Sergente York". Un alpinista e tiratore scelto del Tennessee semiducato, York poco più che ventenne si unì a una setta pacifista fondamentalista. Nel 1917, quando il suo consiglio di amministrazione respinse la sua richiesta di differimento come obiettore di coscienza, York andò in guerra, convinto, dopo una seconda esperienza di conversione, che Dio voleva che lui combattesse per il suo paese.

Durante l'offensiva Mosa-Argonne in Francia in uno scontro l'8 ottobre 1918, il piccolo distaccamento di York dall'82a divisione fu bloccato dal fuoco tedesco. Ha sparato e ucciso personalmente 25 soldati tedeschi, ne ha catturati altri 132 e ha messo fuori combattimento 35 mitragliatrici nemiche. Promosso da caporale a sergente, ricevette le più alte onorificenze dei governi americano e francese, e divenne, come "sergente York", il più famoso pasticcere della guerra.

York rifiutò le offerte di iniziative commerciali e tornò a Pall Mall, nel Tennessee, in una fattoria parzialmente finanziata dalla sottoscrizione pubblica. Ha fondato una scuola professionale per i bambini di montagna poco istruiti.

Nel 1940-41, York divenne un ardente interventista, sostenendo le misure di difesa degli Stati Uniti e gli aiuti agli alleati. Ha approvato un film della Warner Bros., Sergeant York (1941), con Gary Cooper.

Un alpinista schietto che combinava pietà religiosa e patriottismo radicato, York era un discendente degli ultimi giorni della frontiera americana ed eroe perfetto per la nuova stampa popolare e per gli Stati Uniti che combattevano la loro prima guerra in Europa.
[Vedi anche Obiezione di coscienza; Prima guerra mondiale: corso militare e diplomatico.]

Bibliografia

Alvin C. York, sergente York: la sua storia di vita e diario di guerra, ed. Tom Skeyhill, 1928.
David D. Lee, sergente York: un eroe americano, 1985.

John Whiteclay Chambers II