Yi hwang

Yi Hwang (1501-1570), filosofo, poeta, studioso ed educatore della dinastia Yi, fu uno dei più grandi filosofi confuciani coreani, famoso per i suoi studi completi sul grande filosofo Sung neo-confuciano Chu Hsi.

Yi Hwang, la cui denominazione letteraria era T'oegye (Stream Hermit), era il figlio più giovane dello studioso Yi Sik, morto sette mesi dopo la nascita di Yi Hwang. La famiglia era precipitata in una povertà "onesta" a causa della perdita dello stipendio governativo del padre. Quando Yi aveva 12 anni, iniziò i suoi studi in preparazione per gli esami di ammissione al governo, una caratteristica fondamentale della burocrazia confuciana. Ha studiato il Dialoghi di Confucio con suo zio Yi U. Yi Hwang ha attirato l'attenzione dei suoi anziani per la sua precocità. Si dice che abbia amato la poesia di T'ao Yuan-ming, l'eccezionale poeta della natura cinese dell'era post-Han.

Quando Yi aveva 17 anni, iniziò a studiare i commentari confuciani del filosofo Sung neo-confuciano Chu Hsi, che gli avrebbero portato una fama duratura. Circa il suo ventesimo compleanno, Yi fu iniziato ai misteri del Libro dei cambiamenti (I ching) e si dice che abbia danneggiato la sua salute e persino trascurato i suoi pasti meditando sulla filosofia del cambiamento.

Yi si è sposato quando aveva 21 anni e il suo primo figlio è nato due anni dopo. Nel 1527 superò l'esame di abilitazione provinciale di Kyngsang e superò l'esame metropolitano la primavera successiva, classificandosi secondo e conseguendo la licenza letteraria. Sua moglie morì solo pochi mesi prima del suo successo. Nel 1530 si risposò e l'anno successivo nacque un altro figlio. Nel 1534 Yi fu posto all'esame di governo superiore e fu nominato per un incarico nel Segretariato reale. Gli fu impedito di avanzare nella sua carriera da una fazione guidata da Kim Anno nonostante il suo background aristocratico.

Yi ha ricoperto vari incarichi minori fino alla morte della madre, all'età di 37 anni. Secondo l'usanza confuciana, ha lasciato il governo per un lungo periodo di lutto. Verso la fine di questo periodo di lutto, la fazione di Kim Anno cadde dal potere e non ci furono ulteriori grandi ostacoli politici nella carriera ufficiale di Yi. Gli fu assegnato un posto nel potentissimo Office of Special Counselors e simultaneamente nel prestigioso Office of Royal Lectures. A 43 anni fu nominato vicedirettore della National Academy, ma poco dopo lasciò l'incarico e tornò a casa, voltando le spalle alla politica di corte per dedicarsi ai suoi studi filosofici.

Cinque anni dopo Yi fu nominato capo della contea di Tanyang, una posizione che gli fornì uno stipendio lontano dalle tensioni di fazione della corte; tuttavia, suo fratello maggiore, il duca Taehn, fu nominato magistrato capo della provincia, obbligando Yi a richiedere un trasferimento per motivi di correttezza. È stato trasferito nella contea di P'unggi nella provincia di Kyngsang per servire lì come capo. L'anno successivo ha presentato una petizione al magistrato capo per esonerarlo dal servizio, e la sua richiesta è stata accolta l'anno successivo. Si ritirò sulla sponda occidentale del fiume T'oegye e si dedicò agli studi filosofici.

All'età di 52 anni Yi fu richiamato nella capitale per essere il preside dell'Accademia Nazionale. Ha ripetutamente chiesto di essere sollevato a causa della sua salute cagionevole; tuttavia, ha servito come ministro dei lavori, ministro dei riti e cancelliere dell'Ufficio dei decreti reali. Nel 1569 tornò a casa sua ad Andong in cattive condizioni di salute. L'anno successivo è morto. L'Accademia Tosan nella provincia di Kyngsang è stata fondata in suo onore cinque anni dopo la sua morte. L'anno successivo il re gli conferì il titolo postumo di Mun Sun (Parola pura).

Chu Hsi e neo-confucianesimo

Alla fine del XII secolo Chu Hsi divenne il leader della Scuola filosofica di Principio Sung, ei suoi commenti al canone confuciano e le sue interpretazioni dei principi confuciani divennero l'ortodossia dei confucianisti della dinastia Yi in Corea sotto l'influenza di Yi Hwang (T 'oegye), Yi I (Yulgok) e altri. Anche in Cina, l'interpretazione Chu Hsi era lo standard per gli esami governativi con sfide solo occasionali da nuove interpretazioni di filosofi come Wang Yang-ming e Lu Hsiang-shan. L'auto-miglioramento, la lucidatura delle proprie virtù, era l'ideale e l'obiettivo dei veri aderenti al neo-confucianesimo.

Due delle principali scuole confuciane in Corea erano la scuola Yngnam, guidata da Yi ad Andong nella provincia di North Kyngsang, e la scuola Kiho, guidata dal contemporaneo Yi I di Yi, l'unico altro filosofo coreano della statura di T'oegye. Entrambe le scuole erano fazioni della Scuola coreana di natura e diritto, ma differivano sostanzialmente nell'interpretazione. Un terzo contemporaneo, S Kyngdok, sviluppò un'enfasi monistica nella sua cosmologia; Yi T'oegye, un'enfasi dualistica; e il gruppo di Yi Yulgok, una via di mezzo.

"dodici canzoni di tosan"

Yi ha scritto un ampio corpus di poesie in cinese nelle forme tradizionali cinesi. Ha anche composto un famoso ciclo di sijo, poesie di tre versi, in coreano intitolate Dodici canzoni di Tosan. Cantano delle bellezze del Monte. A, tuttavia ciascuno incorpora una lezione didattica confuciana, come l'undicesimo canto del ciclo: "Gli antichi non mi vedono, né io, gli antichi, / Anche se non vedo gli antichi, il modo in cui hanno camminato è davanti a me, / Loro Molto prima di me, posso solo seguirmi? " Yi ha anche scritto Tosan Records, un diario dei suoi ricordi a Tosan.

Ulteriori letture

Non ci sono studi importanti sulla vita o opere di Yi Hwang nelle lingue occidentali. Per lo sfondo vedere Evelyn McCune, Corea: la sua terra, la sua gente e la sua cultura di tutte le età (Seoul, 1960; rev. Ed. 1963) e Le arti della Corea: una storia illustrata (1962) e Peter H. Lee, Letteratura coreana: argomenti e temi (1965). □