Yanomami

Gli Yanomami sono il gruppo più numeroso di indigeni non assimilati nella foresta pluviale sudamericana. Il loro nome, scritto anche come Yanoama o Yanomamö, deriva dalla loro parola che significa essere umano. Gli Yanomami sono circa 33,000 e occupano un'area che copre circa 74,000 miglia quadrate su entrambi i lati del confine tra Brasile e Venezuela. Sono abili cacciatori-raccoglitori e contadini svegli, che vivono in villaggi composti da un'unica grande casa circolare comune o da poche case più piccole. Le relazioni sociali e politiche si basano sulla parentela e sui legami matrimoniali. La loro famiglia di lingue li distingue dai popoli affiliati ai Caraibi e agli Arawak che li circondano. Il cuore della patria degli Yanomami è la sezione isolata e montuosa di Parima degli altopiani della Guiana. Il confine che separa Brasile e Venezuela passa direttamente attraverso il loro territorio, ma pochissimi Yanomami hanno adottato la lingua o la cultura nazionale di uno di questi due stati moderni.

Durante il periodo coloniale, le spedizioni spagnole e portoghesi incontrarono solo pochi piccoli gruppi yanomami periferici, che di solito li respinsero. La cultura materiale tradizionale è deperibile nell'umido ambiente tropicale; le prove tangibili del loro passato, inclusi strumenti di pietra e vasi di argilla, sono estremamente rare. Gli Yanomami sono probabilmente le stesse persone a cui dal diciottesimo secolo si è fatto riferimento come Waika, Shamatari, Shirishana o Guajaribo. Il primo contatto prolungato con gli Yanomami non fu raggiunto da estranei fino al 1947. Dagli anni '1980, molti Yanomami hanno sofferto molto a causa delle invasioni nel loro territorio da parte dei cercatori di minerali, in particolare i minatori d'oro (cercatori). Nel 1991 e nel 1992 sia il Venezuela che il Brasile hanno messo da parte legalmente ampie porzioni del territorio yanomami: una zona ecologica protetta di circa 32,000 miglia quadrate in Venezuela e una riserva indigena riconosciuta a livello federale di circa 37,300 miglia quadrate in Brasile.