Yan shi

di 1182-1240

Potente signore supremo

Primi anni di vita. Nato nel 1182, il figlio più giovane di un contadino nello Shandong occidentale, Yan Shi non aveva il background familiare necessario per una carriera politica di successo in condizioni normali. Aveva un bell'aspetto e una mente attenta ma poca educazione formale. Era coraggioso, gentile e amichevole. A causa del suo spirito eccessivo, è stato ripetutamente in gravi difficoltà ed è stato incarcerato per una serie di motivi. Tuttavia, è stato in grado di evadere di prigione con l'assistenza dei suoi giovani seguaci. Nella sua prima infanzia Yan Shi era un teppista secondo criteri normali.

Opportunità. La possibilità per Yan Shi di passare dal mondo del ruffiano al burocrate arrivò quando gran parte della Cina settentrionale fu invasa dai mongoli. Invece di demolire solo le difese di confine della dinastia Jin, come avevano fatto negli anni precedenti, le truppe mongole lanciarono una considerevole campagna, attraversando lo Shandong e lo Shanxi, così come l'Hebei. Una conseguenza di questa invasione e del successivo ritiro dell'esercito mongolo fu l'aumento del militarismo in tutto il paese. Per l'autoprotezione bande armate di diverse dimensioni e affiliazioni politiche sono state create da membri di famiglie famose a livello locale e singoli uomini forti. Yan Shi era tra quei capi della milizia che erano stati arruolati dal governo. Dopo che i mongoli si ritirarono dallo Shandong nel 1213, fu nominato centurione nel suo distretto natale. In qualità di ufficiale dell'esercito Jin, Yan Shi ha avuto la possibilità di mostrare il suo talento militare e ha rapidamente esteso la sua influenza con l'ascesa del potere di Song (960-1279) nel nord della Cina. All'inizio del 1220, quando un inviato si recò nella Cina settentrionale, Yan Shi confermò formalmente la sua fedeltà alla Canzone, portando con sé nove prefetture nello Shandong occidentale, nell'Hebei sud-orientale e nell'Henan settentrionale.

Sottomissione. Yan Shi fu presto deluso dalla sua annunciata alleanza perché le forze di Song nel nord della Cina non ricevettero un'ampia assistenza dalla corte reale. Di conseguenza, quando l'esercito mongolo invase di nuovo lo Shandong nel 1220 e Yan Shi si rese conto che alla fine avrebbero occupato tutta la Cina, non perse tempo ad offrire la sua resa. Beneficiando notevolmente i mongoli e danneggiando la canzone, la sua resa diede ai mongoli non solo il maggior numero di famiglie (trecentomila) mai cedute da un disertore, ma anche un vasto territorio che aprì la strada al loro attacco alla capitale. A causa di questo contributo i mongoli gli concessero il titolo onorifico cinese di Gold and Purple Great Officer of Eminent Dignity e lo assegnarono come capo del Consiglio presidenziale regionale dello Shandong occidentale.

Potente Overlord. Negli anni successivi Yan Shi fu tra i pochi generali cinesi di alto rango la cui missione era quella di affrontare gli imperi Jin e Song nella Cina orientale. Dopo più di dieci anni di cooperazione con i mongoli, Yan Shi è stato nominato amministratore civile capo dello Shandong occidentale. Il suo dominio, che comprendeva venti città, era uno dei più vasti territori occupati da un signore supremo nel nord della Cina. Oltre a controllare la terra e le persone, Yan Shi comandava un grande esercito.

Aiuti alle persone. Yan Shi non era solo un forte militarista, ma si distinse anche per i suoi sforzi per alleviare la miseria prodotta dalla guerra. Ha salvato molte vite e aiutato le popolazioni locali scoraggiando i comandanti mongoli dall'uccidere decine di migliaia di persone. Non solo proibì ai propri soldati di uccidere persone, ma pagò anche riscatti per i civili detenuti da altre forze. Ha salvato molte vite dando cibo ai rifugiati affamati, che sono stati rimandati alle loro case o reinsediati come agricoltori.

Riforme. Oltre ad aiutare la popolazione civile in generale, Yan Shi ha fatto uno sforzo particolare per aiutare gli intellettuali sfollati e i funzionari della dinastia Jin, molti dei quali ha nominato nel suo governo. Con così tanti intellettuali disponibili, Yan Shi ha fornito personale alla sua corte con uomini competenti. Con l'aiuto di questo personale civile, Yan Shi è stato in grado di realizzare diverse importanti riforme amministrative, fiscali ed educative. Dal punto di vista manageriale, ha migliorato l'integrità e l'efficienza dei funzionari. Economicamente e finanziariamente, Yan Shi ha ridotto le tasse e ha promosso l'agricoltura. Il suo contributo più degno di nota è stato il rilancio dell'istruzione e della cultura. Ad esempio, una scuola prefettizia ben dotata era stata fondata durante i periodi Northern Song e Jin, ma fu distrutta nel 1213 quando i mongoli devastarono per la prima volta l'area. Yan Shi ricostruì l'istituzione nel 1236, così come altre scuole, dove gli alunni studiavano riti e musica che erano generalmente considerati il ​​fulcro dell'educazione confuciana. Essendo uno dei più forti signori della Cina settentrionale, Yan Shi è stato uno dei principali promotori della cultura cinese in un'epoca di caos durante il XII e il XIII secolo.