Wyandot

Wyandot. Un residuo della nazione indiana Huron un tempo grande e potente, gli indiani Wyandot erano una nazione indiana piccola ma strategicamente significativa che, durante il diciottesimo secolo, abitava nel bacino meridionale dei Grandi Laghi. I Wyandot erano alleati britannici durante la guerra della rivoluzione americana.

All'inizio del diciassettesimo secolo, gli indiani Huron abitavano una regione (Huronia) all'estremità meridionale della baia georgiana, nell'odierno Ontario. Gli uroni parlavano una lingua irochese settentrionale e vivevano attraverso una combinazione di agricoltura, caccia e allevamento. Gli Huron, insieme ai loro vicini e parenti stretti, i Petun, potevano contare tra i diciottomila e i trentamila negli anni '1610 e '1620. Gli Huron furono decimati da epidemie di malattie europee nel 1630 e poi se la cavarono male nelle Guerre dei Castori contro la Lega Irochesi dopo il 1640. La comunità che divenne Wyandot scelse di lasciare Huronia negli anni 1650. (Gli Huron si chiamavano Wendat.) Era probabilmente una piccola comunità, poiché i resoconti del diciottesimo secolo della popolazione Wyandot fissano il numero di guerrieri Wyandot tra 150 e 250.

I Wyandot migrarono attraverso i Grandi Laghi settentrionali durante la seconda metà del XVII secolo e alla fine si stabilirono nell'area intorno a Detroit dopo il 1701. I Wyandot furono una delle tante nazioni indiane a stabilire comunità vicino alla posta francese a Detroit. Il Wyandot si spostò nell'Ohio moderno per cacciare e iniziò a stabilire contatti con i commercianti britannici a metà degli anni 1740. Gli agenti francesi rafforzarono la loro alleanza con i Wyandot (e altri indiani) e i Wyandot combatterono dalla parte francese nella Guerra dei Sette Anni, partecipando alla sconfitta del 1755 di Edward Braddock. Dopo aver partecipato alla ribellione di Pontiac, i Wyandot si impegnarono in un'alleanza con gli inglesi. Sono rimasti dalla parte britannica durante la rivoluzione americana. Dalla loro comunità a Sandusky, sul lago Erie, i Wyandot erano attivi nel perseguitare le comunità della frontiera della Pennsylvania. Facevano parte della forza che sconfisse la spedizione di William Crawford del 1782 e che notoriamente catturò Crawford e lo bruciò sul rogo.

I Wyandot facevano parte dell'alleanza della Ohio Valley che resistette agli Stati Uniti fino alla vittoria di Anthony Wayne a Fallen Timbers (1794). I Wyandot firmarono il Trattato di Greenville (1795). Dopo una serie di trattati successivi, i Wyandot furono infine rimossi a ovest del Mississippi, prima in Kansas (1843) e poi in Oklahoma (tra il 1855 e il 1870), dove rimangono oggi.