Williams, patricia joyce

28 Agosto 1951

Patricia Joyce Williams è una delle principali studiose di razza, classe, genere e legge. Una delle pioniere della teoria critica della razza, si è distinta come commentatrice incisiva e intellettuale pubblica. Williams ha affermato che sta "cercando di creare un genere di scrittura legale per colmare le lacune della borsa di studio legale tradizionale". Lo fa usando narrativa, teoria letteraria, filosofia, storia e aneddoti con risultati straordinari. Scrive in modo accattivante e utilizza eventi popolari e narrazioni magistrali per approfondire questioni legali e sociali complesse e importanti.

Williams ha iniziato a insegnare alla Columbia Law School nel 1991, guadagnandosi infine la posizione di James L. Dohr Professor of Law. Prima di entrare in Columbia ha esercitato la professione legale come avvocato dei consumatori e sostituto procuratore della città di Los Angeles, e come avvocato del personale per il Western Center on Law and Poverty. Laureato al Wellesley College e alla Harvard Law School, Williams ha insegnato in numerose istituzioni, tra cui la Golden Gate University, la City University di New York, l'Università del Wisconsin a Madison, la Harvard University e la Stanford University.

Nel primo libro di Williams, L'alchimia della razza e dei diritti: un diario di un professore di diritto (1991), discute una serie di casi, eventi ed esperienze personali al fine di svelare la politica alla base del linguaggio giuridico astratto, e discute eloquentemente a favore dei diritti e delle misure di redenzione per coloro che sono tradizionalmente emarginati nella legge americana. Per questo lavoro ha ricevuto numerosi riconoscimenti, come il National Association of Black Political Scientists Book Award. Il libro è stato nominato uno dei venticinque migliori libri del 1991 da Village Voice Supplemento letterario.

Williams ha seguito con altri due libri acclamati dalla critica, L'uovo di gallo: sulla persistenza del pregiudizio (1995) e Vedere un futuro daltonico: il paradosso della razza (1997). Nel L'uovo di gallo, esplora la gamma di forze sociali che consentono il persistere del pregiudizio razziale. In Vedere un futuro daltonico, un libro basato sulle Reith Lectures che ha tenuto alla British Broadcasting Corporation, sfida i mandati letterali di daltonismo della legge per l'offuscamento degli stessi pregiudizi sui colori che gli individui cercano di porre rimedio.

I contributi accademici di Williams sono eguagliati dal suo status di intellettuale pubblico. È redattrice e editorialista che scrive su questioni legali, di genere e razziali attuali per Nazione rivista. Oltre ad articoli di riviste giuridiche, ha scritto per pubblicazioni varie come il New York Times Book Review, i Village Voice e USA Today. È apparsa in numerosi programmi televisivi e radiofonici, tra cui Tutte le cose considerate con Fresh Air (NATIONAL PUBLIC RADIO, RADIO PUBBLICA), NewsHour con Jim Lehrer (PBS) e il Today Show (NBC), nonché programmi radiofonici e televisivi internazionali.

Pur sfidando i confini della tradizionale borsa di studio legale, Williams ha fatto osservazioni che sono convincenti per un ampio spettro di lettori sia all'interno che all'esterno della professione legale. È costantemente uno dei cinquanta professori più citati in articoli di riviste giuridiche. È stata destinataria di varie prestigiose borse di studio, tra cui una MacArthur Fellowship, e ha ricevuto una serie di dottorati onorari.

Guarda anche Teoria critica della razza; Vita intellettuale

Bibliografia

Williams, Patricia. L'alchimia della razza e dei diritti: un diario di un professore di diritto. Cambridge, Mass .: Harvard University Press, 1991.

Williams, Patricia. L'uovo di gallo: sulla persistenza del pregiudizio. Cambridge, Mass .: Harvard University Press, 1995.

Williams, Patricia. Vedere un futuro daltonico: il paradosso della razza. New York: Noonday Press, 1998.

imani perry (2005)