Williams, billy dee (dicembre, william)

6 aprile 1937

Nato ad Harlem, New York, l'attore Billy Dee Williams ha studiato arte alla High School of Music and Art di New York e alla National Academy of Fine Arts and Design. Sebbene si stesse formando come artista, Williams ha anche partecipato all'Actor's Workshop ad Harlem, dove ha potuto studiare con Sidney Poitier e Paul Mann. La sua prima apparizione sul palco è avvenuta all'età di sette anni The Firebrand of Florence (1945), ma Williams non iniziò a esibirsi regolarmente in produzioni di Broadway e off-Broadway fino alla fine degli anni '1950 e all'inizio degli anni '1960. I suoi primi crediti teatrali includono Fai un passo da gigante (1956) Sapore di miele (1960) Il mondo fantastico (1961), e I neri (1962).

Dopo il suo successo iniziale sul palcoscenico, Williams si è recato nella West Coast alla ricerca di ruoli nei film e in televisione. Mentre il suo primo ruolo cinematografico, come un giovane ribelle del ghetto in L'ultimo uomo arrabbiato, arrivato nel 1959, non avrebbe ottenuto una fama sostanziale per più di un decennio. Nel 1970 ha ricevuto una nomination agli Emmy per la sua interpretazione del giocatore di football dei Chicago Bears Gale Sayers nel film per la TV Brian's Song. Ha anche fatto numerose apparizioni televisive, inclusi ruoli da ospite in Hawk, The Mod Squad, nonché soap opera come Un altro mondo.

Il successo iniziale di Williams gli è valso un contratto cinematografico di sette anni con Berry Gordy della Motown. Attraverso veicoli come Lady Sings the Blues (1972) e mogano (1975), entrambi con Diana Ross, Williams ha guadagnato la reputazione di protagonista maschile romantico. Ha anche recitato in The Bingo Long Travelling All Stars e Motor Kings (1976), un film con James Earl Jones e Richard Pryor su una squadra di baseball itinerante di afroamericani durante l'era della Negro League. In Universal's Scott Joplin (1978), ha interpretato il famoso compositore.

Negli anni '1980 Williams ha interpretato ruoli principali in George Lucas L'impero colpisce ancora (1980) e Il ritorno dello Jedi (1983) e al fianco di Sylvester Stallone in I falchi della notte (1981). Il suo ruolo con Diahann Carroll nella soap opera televisiva in prima serata Dinastia a metà degli anni '1980 ha ulteriormente rafforzato la sua immagine di sex symbol. Nel 1985 ha suonato anche in Double Dare, una serie poliziesca televisiva di breve durata. Alla fine degli anni '1980 ha avuto ruoli in Illusioni mortali (1987) e Batman (1989). Altre iniziative furono leggermente più controverse; è stato duramente attaccato da gruppi della comunità afroamericana nel 1989 per aver preso parte a pubblicità di birra.

Fu anche negli anni '1980 che Williams iniziò a ricevere riconoscimenti per i suoi successi professionali. Poco dopo essere stato inserito nella Black Filmmakers Hall of Fame nel 1984, Williams ha ricevuto una stella sulla Hollywood Walk of Fame nel 1985. Nel 1988 la Black American Cinema Society gli ha assegnato il Phoenix Award.

All'inizio degli anni '1990 Williams ha continuato a recitare in film per la televisione. Iniziò anche a esporre alcune delle sue opere d'arte, che erano diventate un hobby sempre più trascurato mentre la sua carriera di attore fioriva. Le mostre nelle gallerie di New York e Washington, DC, hanno ricevuto recensioni favorevoli. Nel 1993 lo Schomburg Center for Research in Black Culture ha sponsorizzato una mostra del lavoro di Williams.

Dal 1995 Williams ha continuato ad essere estremamente attivo ed è apparso in quasi venti film per la TV, cortometraggi e produzioni hollywoodiane. Oltre a numerose apparizioni come ospite in una varietà di programmi televisivi, ha anche prestato la sua voce a diversi progetti, tra cui un cortometraggio e almeno un videogioco basato sulla serie di Star Wars. Dal 2000 ha pubblicato (con coautori) tre opere di narrativa. Continua a dipingere; Sears ha scelto la sua opera d'arte per illustrare il calendario del mese della storia nera del 2004. Durante la prima metà del 2004 la Williams è stata anche in tournée con la co-star Robin Givens nello spettacolo Se questi fianchi potessero parlare.

Guarda anche Stati Uniti, Contemporary

Bibliografia

Bogle, Donald M., ed. Blacks in American Films and Television: An Encyclopedia. New York: Garland, 1988.

Mapp, Edward, ed. Directory of Blacks in the Performing Arts, 2d ed. Metuchen, NJ: Scarecrow Press, 1990.

Williams, Billy Dee e Elizabeth Atkins Bowman. Crepuscolo. New York: Forge, 2002.

Williams, Billy Dee e Rob MacGregor. Cani / No. New York: Tor Books, 1999.

Williams, Billy Dee e Rob MacGregor. Appena in tempo. New York: Forge, 2000.

giovanni c. stoner (1996)
Aggiornato dall'autore 2005