Whipple, Abramo

Whipple, Abramo. (1733-1819). Ufficiale navale continentale. Rhode Island. Nato a Providence, Rhode Island, il 26 settembre 1733, Whipple sposò Sarah Hopkins, la sorella di Esek e Stephen Hopkins, nel 1761. Durante la Guerra dei Sette Anni prestò servizio come corsaro, prima sotto il comando di Esek Hopkins e poi come capitano di il Game Cock. Con quest'ultimo catturò ventitré navi francesi nel 1759-1760, guadagnandosi la reputazione di capitano di mare più esperto della colonia. Nel 1772 guidò l'attacco alla goletta britannica Gaspée, diventando un eroe tra i radicali americani.

Whipple fu nominato commodoro della piccola flotta (a due navi) del Rhode Island quando fu organizzata nel 1775. Il 15 giugno 1775, il giorno in cui ricevette la sua commissione, catturò un tender britannico, il primo premio ufficiale americano della Rivoluzione. Uno dei primi capitani della marina continentale, ha comandato la Colombo (venti cannoni) nella prima operazione navale della guerra. Nel 1778 prese il Provvidenza (dodici cannoni) in Europa, è stato presentato al re di Francia e ha preso alcuni premi. A metà luglio 1779, mentre il suo Provvidenza stava viaggiando con Rathbun's Regina di Francia e la guardia forestale, ha avuto la fortuna di finire alla deriva in un convoglio britannico di Indiamen orientali molto carichi al largo di Terranova in una fitta nebbia. Grazie soprattutto all'iniziativa di Rathbun, tagliò undici navi dal convoglio e ne portò otto sani e salvi a Boston. Venduti per un milione di dollari, costituivano una delle più ricche catture singole della guerra.

Più tardi nell'anno raggiunse Charleston con quattro navi continentali e gli fu affidata la responsabilità della difesa navale della città condannata. Divenne prigioniero il 12 maggio 1780, quando la città fu ceduta a Clinton, e per il resto della guerra rimase in libertà vigilata a Chester, in Pennsylvania.

Tornato a Providence nel 1783, Whipple decise nel 1788 di trasferirsi a ovest, a Marietta, Ohio. Vi morì il 27 maggio 1819.