Whipper, william

c. 22 febbraio 1804
9 Marzo 1876

Il riformatore morale e uomo d'affari William Whipper è nato a Little Britain Township, nella contea di Lancaster, in Pennsylvania. Sebbene l'iscrizione sulla lapide di Whipper indichi il 1804 come data di nascita, i dati del censimento elencano il suo anno di nascita come 1806. Poco si sa dei primi anni di vita di Whipper, ma nel 1830 viveva a Filadelfia e lavorava come spugna a vapore, pulendo i un processo a vapore.

All'inizio degli anni 1830, Whipper, che gestiva una "drogheria gratuita per il lavoro e la temperanza" a Filadelfia, era diventato attivo nella vita intellettuale della comunità nera della città. Nel 1828 pronunciò un "Discorso prima della Coloured Reading Society of Philadelphia" e nel 1833 fu scelto per pronunciare un elogio pubblico all'abolizionista britannico William Wilberforce. Nello stesso anno, è stato tra i nove fondatori della Philadelphia Library of Colored Persons.

Whipper partecipò a ogni Convention nazionale negra annuale dal 1830 al 1835 e fu scelto per aiutare a redigere la dichiarazione dei sentimenti del movimento. Nel 1834, Whipper, che si era guadagnato una reputazione tra l'élite nera di Filadelfia per il suo sostegno alla riforma morale, tenne un discorso alla Coloured Temperance Society di Filadelfia che enfatizzò l'importanza della virtù nel promuovere l'elevazione razziale.

Alla convenzione nazionale del 1835, Whipper guidò il movimento per formare l'American Moral Reform Society (AMRS), un'organizzazione interrazziale con un ampio programma di riforme che non si concentrava esclusivamente sulla schiavitù. Whipper è stato nominato nel comitato per redigere la costituzione della società, è stato eletto come segretario e ha pronunciato il discorso "To the American People" al primo incontro annuale della società a Filadelfia nel 1837. Whipper ha anche contribuito a stabilire e servito come redattore del giornale della società , il Riformatore nazionale (1838-1839).

Nel 1835 Whipper si era trasferito a Columbia, in Pennsylvania, sul fiume Susquehanna, dove divenne attivo nella Underground Railroad, fornendo aiuti economici agli schiavi fuggitivi che passavano per la città. Mentre era in Columbia, Whipper si unì a Stephen Smith, un ricco commerciante di legname afroamericano, per fondare Smith and Whipper, una redditizia attività di legname con operazioni a Philadelphia e Columbia.

L'AMRS perse la maggior parte del suo supporto alla fine degli anni '1830 del XIX secolo e con il suo crollo nel 1841 la carriera pubblica di Whipper iniziò a svanire. Whipper concentrò la sua attenzione sulla sua azienda di legname, sebbene continuasse a partecipare alle attività della leadership nera del nord. Nel 1848, partecipò alla convenzione di stato di Filadelfia, revocando la sua precedente denuncia di raduni "complessi", e partecipò alle convenzioni nazionali del 1853 (Rochester, New York) e del 1855 (Filadelfia).

Dopo l'approvazione del Fugitive Slave Act del 1850, Whipper si interessò all'emigrazione in Canada occidentale (ora Ontario), spostando la sua opposizione di lunga data agli schemi di emigrazione. Nel 1853 Whipper si recò in Canada e decise di acquistare una proprietà nella città di Dresda. Era sul punto di trasferirvi la sua famiglia nel 1861 quando lo scoppio della guerra civile lo fece abbandonare i suoi piani.

Whipper si trasferì a New Brunswick, New Jersey, nel 1868, ma mantenne la sua residenza a Philadelphia. Nel 1870 fu nominato cassiere nella filiale di Filadelfia della Freedmen's Savings Bank e due anni dopo si trasferì in quella città. Quando la banca crollò nel 1873, Whipper apparentemente perse gran parte dei suoi notevoli risparmi personali. Morì nella sua casa di Philadelphia.

Guarda anche American Moral Reform Society; Imprenditori e imprenditorialità; 1860; Freedman's Bank; Ferrovia sotterranea

Bibliografia

McCormick, Richard P. "William Whipper: Moral Reformer". Storia della Pennsylvania 43 (gennaio 1976): 22–46.

Comunque, William. The Underground Railroad. Philadelphia: People's Publishing, 1879.

louise p. maxwell (1996)