Wenamun

Fiorì circa 1104-1075 A.C.

Capo della spedizione

L'uomo del mistero. Wenamun potrebbe essere stato una creazione letteraria o una persona reale. Appare nel Papyrus Moscow 120, un rapporto della sua missione commerciale in Libano. Poco si sa della sua vita personale tranne che era un Anziano del Portale del Tempio di Amon a Karnak. Herihor, Sommo Sacerdote di Amon, ed effettivo sovrano dell'Alto Egitto nel 1075 aC, inviò Wenamun a Biblo per ottenere legno di cedro per una nuova barca di Amon, la barca cerimoniale che la statua del dio usava per viaggiare.

Rapina. Il viaggio di Wenamun rifletteva le fortune in declino dello stato del Nuovo Regno (circa 1539-1075 a.C.) alla fine della dinastia 20 (circa 1190-1075 a.C.). Si è recato a Biblo in una barca con equipaggio siriani anziché egiziani. A differenza del burocrate Harkhuf nell'Antico Regno (circa 2675-2130 aC), Wenamun non aveva una scorta militare. Infatti, uno dei marinai siriani lo ha derubato all'inizio del suo viaggio mentre la barca era attraccata sulla costa levantina. Wenamun ha chiesto giustizia al principe di Tjeker, che controllava il porto in cui è avvenuta la rapina. Wenamun non ricevette alcuna soddisfazione e se ne andò. In rotta verso Byblos, Wenamun ha derubato una nave Tjeker dell'importo che credeva gli fosse costato l'inazione del principe di Tjeker.

Chiudere l'affare. Arrivando a Byblos, Wenamun incontrò molti ostacoli per concludere i suoi affari per il cedro. Alla fine, un cortigiano del principe di Byblos cadde in trance, interpretato da tutti come un segno che il principe avrebbe dovuto trattare con Wenamun. Seguirono lunghi negoziati che portarono Wenamun a richiedere ulteriori merci commerciali dall'Egitto per concludere l'accordo. L'elenco delle merci comprendeva quattro vasi e una nave d'oro; cinque vasi d'argento; dieci vesti di lino reale; dieci vesti di lino fine; cinquecento stuoie di lino liscio; cinquecento pelli di bue; cinquecento funi; venti sacchi di lenticchie; e trenta ceste di pesce. Questo elenco fornisce alcune delle migliori prove per le esportazioni egiziane nel Levante conservate. Il legno di cedro è stato quindi fornito.

Destino sconosciuto. I guai di Wenamun, tuttavia, non erano finiti. Le navi inviate dal principe di Tjeker arrivarono a Byblos per arrestarlo per la rapina. Wenamun riuscì a fuggire ma fu portato fuori rotta verso Cipro. Sfortunatamente, cosa sia successo esattamente a Wenamun dopo questo punto è sconosciuto perché il resto del papiro è andato perso. Che questa storia sia un fatto o una finzione, presenta un colorito resoconto dei pericoli del commercio a lunga distanza alla fine del Nuovo Regno.