Webster, giacomo

Webster, giacomo. (1743? –1781). Ufficiale britannico. Webster divenne tenente nel trentatreesimo piede (West Riding) il 10 maggio 1760 e fu promosso capitano nel 1763, maggiore nel 1771 e tenente colonnello il 9 aprile 1774. Cornwallis comandò il terzo terzo dal marzo 1766 fino al fu promosso a maggiore generale nel 1775, quando Webster assunse il comando come tenente colonnello, continuando a servire sotto Cornwallis nelle campagne di New York e New Jersey. Nella campagna di Filadelfia, il Trentatreesimo era nella brigata di Grey del comando di Cornwallis. Nella battaglia di Monmouth il 28 giugno 1778, fu Webster a scendere in campo nella fase finale dell'azione per consentire a Clinton di districare la fanteria leggera.

Webster fu promosso brigadiere nel 1779. Quando Clinton ritirò le forze dalle Hudson Highlands e Rhode Island per il raid costiero del Connecticut da parte del governatore Tryon (luglio 1779), lasciò il trentatreesimo piede, il reggimento americano leale di Robinson, e metà del corpo di Ferguson per tenere Fort Lafayette a Verplanck's Point sotto il comando di Webster.

Navigando verso sud il 26 dicembre 1779 con la spedizione di Clinton a Charleston, Webster comandava una task force di quattrocento uomini che operavano contro la linea di comunicazioni di Lincoln da Charleston. Al comando di una brigata composta dal suo reggimento, tre compagnie di fanteria leggera e i ventitreesimi fucilieri, si distinse a Camden, dove fu leggermente ferito. Nell'inseguimento infruttuoso di Greene al fiume Dan, Webster comandò la forza che condusse la dimostrazione contro il Ford di Beattie quando Cornwallis fece la sua traversata principale del Catawba a Cowan's Ford, il 1 ° febbraio 1781. Sfidò la capacità di tiro americana per guidare la sua brigata in avanti al Wetzell's Mills, North Carolina, il 6 marzo 1781.

A Guilford il 15 marzo 1781, Webster si distinse particolarmente dal movimento iniziale della battaglia fino alla fine. Ferito a morte in questa azione, morì due settimane dopo.