Warren, Joseph

Warren, Joseph. (1741-1775). Il leader del patriota ucciso a Bunker Hill. Massachusetts. Nato a Roxbury, Joseph Warren si distinse all'Harvard College, da cui si laureò nel 1759, e divenne un medico di successo a Boston. La sua disponibilità a vaccinare i pazienti contro il vaiolo durante un'epidemia di malattia ha stabilito la sua reputazione come il medico più importante del Massachusetts. John Adams era uno dei suoi pazienti ed era strettamente associato a Samuel Adams durante la crisi dello Stamp Act. Nel tumulto politico di Boston si distinse come scrittore politico, oratore e organizzatore, insieme a Samuel Adams, John Hancock e James Otis. Nel 1770 fu membro del comitato per chiedere la rimozione delle truppe britanniche da Boston dopo il "massacro" e nel 1772 e 1775 pronunciò celebri discorsi commemorativi nell'anniversario dell'evento. Ha redatto le Suffolk Resolves nel 1774 e successe a Samuel Adams come capo del comitato di sicurezza.

Alla vigilia di Lexington e Concord rimase a Boston, nonostante il pericolo per se stesso, e inviò il suo amico Paul Revere (e William Dawes) ad avvertire i Patriots. Ha lasciato Boston la mattina successiva e ha preso parte attiva ai combattimenti della giornata. Succedendo a John Hancock come presidente del Congresso provinciale del Massachusetts il 23 aprile 1775, il 20 maggio divenne capo del comitato per organizzare l'esercito in Massachusetts. In entrambe le posizioni Warren fece più di ogni altro leader per trasformare la folla di minuteman e milizie che avevano rimandato gli inglesi di corsa a Boston in un esercito in grado di mantenere l'assedio di Boston.

Nelle prime fasi dell'assedio Warren si dimostrò un leader scaltro e aggressivo, così aggressivo che in più occasioni accompagnò le forze americane nelle schermaglie con gli inglesi, pur non avendo grado militare. Il 14 giugno fu eletto maggiore generale della milizia, avendo declinato l'incarico di medico generale, ma non aveva ricevuto l'incarico quando andò a combattere nella penisola di Charlestown, e quindi tecnicamente non aveva un grado militare ufficiale. La notte tra il 16 e il 17 giugno si è seduto con il Congresso provinciale a Watertown, la mattina del 17 si è incontrato con il Comitato di sicurezza a Cambridge, e quel pomeriggio si è recato a Bunker Hill, dove la battaglia stava per iniziare. . Israel Putnam si offrì di consegnare il suo comando, ma Warren disse, con apparente sincerità, ma in malafede dato che era il più importante leader patriota nel New England, che era venuto come volontario per servire dove sarebbe stato più utile. Procedendo al ridotto su Breed's Hill, Warren rifiutò nuovamente di assumere il comando da William Prescott, che ora affrontò l'assalto britannico con Warren al suo fianco. Nella fase finale dell'azione Warren è stato colpito in faccia ed è morto sul colpo, uno dei soli trenta americani uccisi nella ridotta.

Warren fu sepolto a Bunker Hill con gli altri morti americani in una tomba anonima. Quando gli inglesi lasciarono Boston nove mesi dopo la battaglia, il suo corpo fu identificato positivamente dai due denti artificiali che Revere aveva fatto per il suo amico poco prima della sua morte. Questo è stato uno dei primi casi registrati di identificazione di un cadavere dalle sue cartelle dentali.