Warner, seth

Warner, seth. (1743–1784). Ufficiale della milizia. Vermont. Nato a Woodbury (poi Roxbury), nel Connecticut, il 6 maggio 1743, Warner si trasferì con la sua famiglia a Bennington, nel Vermont, nel 1763 e divenne un leader dei Green Mountain Boys. Il 9 marzo 1774 fu messo fuorilegge da New York e una ricompensa fu offerta per il suo arresto. Prese parte alla cattura di Ticonderoga il 10 maggio 1775 e occupò Crown Point due giorni dopo. In un consiglio tenuto presso quest'ultimo il mese successivo, lui ed Ethan Allen furono chiamati a chiedere al Congresso di creare un reggimento di Green Mountain nell'esercito continentale. La loro missione ebbe successo e il 26 luglio Warner fu eletto comandante con il grado di tenente colonnello.

Ritornato al lago Champlain, si unì all'ala di Montgomery dell'invasione canadese e combatté a Longueuil il 31 ottobre 1775, sconfiggendo una forza britannica di gran lunga superiore. Nella ritirata dal Canada ha comandato azioni di retroguardia e ha anche sollevato rinforzi nel Vermont. A Hubbardton il 7 luglio 1777, la sua retroguardia fu sorpresa e sconfitta. Radunando le sue forze, Warner arrivò per la fase finale e decisiva della battaglia di Bennington il 16 agosto 1777. In ottobre il reggimento della Montagna Verde si unì alle forze del generale Horatio Gates a Stillwater. Il 20 marzo 1778 fu promosso a generale di brigata della milizia del Vermont, essendo stato assegnato il grado di colonnello di uno dei reggimenti continentali aggiuntivi il 5 luglio 1776. Warner e il suo reggimento trascorsero il resto della guerra in vari avamposti settentrionali. Nel 1780 fu ferito durante una scaramuccia con gli indiani sul lago George.

Il duro servizio costante di Warner lo ha lasciato in condizioni di peggioramento. Lui e il suo reggimento si ritirarono il 1 ° gennaio 1783. Morì nella sua casa di Woodbury il 26 dicembre 1784.