Ward, samuel ringgold

October 17, 1817
c. 1866

L'abolizionista e pastore Samuel Ward è nato sulla costa orientale del Maryland. I suoi genitori, che si ritiene fossero William Ward e Anne Harper, fuggirono dalla schiavitù a Greenwich, nel New Jersey nel 1820 e si trasferirono a New York City nel 1826. Samuel Ward frequentò la African Free School, dove Alexander Crummell e Henry Highland Garnet erano compagni di studio .

Ward insegnò nelle scuole per neri a Newark, nel New Jersey, fino al 1839, quando fu ordinato dalla New York Congregational (General) Association. Dal 1841 al 1843 prestò servizio come pastore in una congregazione bianca a South Butler, New York, e dal 1846 al 1851 in una congregazione bianca a Cortland, New York. Durante un periodo di cattiva salute tra i due ministeri, ha studiato medicina e legge.

Nel 1839 Ward fu anche nominato agente dell'American Anti-Slavery Society, e intraprese una carriera come oratore nell'abolizione e nella politica di partito, per la quale divenne noto come "il Daniel Webster nero". Attivo nel Partito della Libertà sin dalla sua fondazione nel 1840, parlò alla sua convenzione nel 1843 e tenne conferenze sotto i suoi auspici, avendo particolare effetto nella sconfitta di Henry Clay nello Stato di New York. Nel 1846 Ward servì come vice presidente dell'American Missionary Association, un gruppo missionario orientato all'abolizione.

Ward fuggì in Canada nel 1851 a causa del suo coinvolgimento nel salvataggio dello "schiavo fuggitivo" William ("Jerry") Henry. Dal 1851 al 1866 prestò servizio come agente dell'Anti-Slavery Society of Canada, nonché membro del suo comitato esecutivo, tenendo conferenze contro la schiavitù come aveva fatto negli Stati Uniti. Sotto i suoi auspici si recò in Inghilterra alla ricerca di aiuti per ex schiavi esiliati e immigrati. Si rivolse alla British and Foreign Anti-Slavery Society nel 1853 e nel 1854.

Ward era associato come agente o editore a un certo numero di periodici neri, incluso Il vero esaminatore americano e religioso e la Cittadino imparziale; in Canada era il redattore nominale del Provinciale Freeman. Ward è stato anche l'autore di L'autobiografia di uno schiavo fuggitivo: le sue fatiche anti-schiavitù negli Stati Uniti, in Canada e in Inghilterra (Londra, 1855) e un resoconto della ribellione in Giamaica del 1865, Riflessioni sulla ribellione di Gordon (1866).

A Ward fu data la terra in Giamaica da un quacchero inglese e vi si trasferì nel 1855, servendo come ministro battista a Kingston. Poco si sa dei suoi ultimi anni.

Guarda anche Abolizione; 1860; Movimenti missionari; Schiavi in ​​fuga negli Stati Uniti

Bibliografia

Strizza l'occhio, Robin. "Samuel Ringgold Ward." In Dizionario della biografia canadese, vol. 9. Toronto, Ontario, Canada: University of Toronto Press, 1976.

quandra prettyman (1996)