Villaggi deserti

villaggi deserti può essere trovato in tutte le isole britanniche per una serie di motivi. Gli insediamenti sono stati abbandonati perché la loro ubicazione si è rivelata impraticabile, perché le popolazioni si sono spostate dalle aree rurali a quelle urbane, o perché un proprietario terriero ha deliberatamente sgomberato i siti dei villaggi per uno scopo come il pascolo delle pecore.

I villaggi sono diventati deserti in quasi ogni secolo, anche se il loro abbandono non è stato sempre ben documentato. Ad esempio, si sa molto di quelli dell'Inghilterra medievale attraverso il lavoro di archeologi e storici del Deserted Medieval Villages Group, che ha trovato ed esaminato i siti in grande dettaglio. Una delle prime aree a ricevere l'attenzione del gruppo è stata Leicestershire, dove è stato dimostrato che i villaggi erano deserti in gran parte a causa dello spopolamento causato dalla peste. Con il calo della popolazione, gli abitanti dei villaggi non potevano più mantenere comunità isolate. Un processo simile sembrava essere avvenuto a Wharram Percy, sulle colline dello Yorkshire, dove la popolazione diminuì a tal punto che i suoi proprietari iniziarono ad abbandonare il villaggio e la sua terra divenne pascolo per le pecore.

Un importante resoconto contemporaneo sull'uso della terra fu il sondaggio dei commissari nel 1517, che resero conto della "demolizione delle città" per creare pascoli. Una consapevolezza simile di tali conseguenze malinconiche si è verificata nelle opere di Oliver Goldsmith, nel XVIII secolo, e del reverendo George Crabbe all'inizio del XIX secolo, ciascuno dei quali ha scritto sul tema.

Uno degli esempi più drammatici dell'abbandono forzato dei villaggi fu la "liberazione delle Highland" dell'inizio del XIX secolo. quando i proprietari terrieri rimuovevano le persone per fornire pascoli e terreni per la caccia e il tiro. Le proteste sono state fatte dalle persone sfrattate e in canzoni e poesie popolari.

Uno dei casi più insoliti di abbandono forzato di un villaggio si è verificato nella pianura di Salisbury durante la seconda guerra mondiale, quando il governo ha trasferito l'intera popolazione di Imber al fine di provvedere all'addestramento militare, compresa la pratica nei combattimenti di strada.

Ian John Ernest Keil