Viaggiatore francese

Scrittura di viaggio . François André Michaux era un medico francese che ha visitato l'America nel primo decennio del XIX secolo. Il ministero dell'Interno francese aveva inviato Michaux a ispezionare le piante della valle del fiume Ohio. Interessato a qualcosa di più delle piante, Michaux, come molti altri viaggiatori europei, ha scritto un libro sulle sue esperienze, The North American Sylva, o A Description of the Forest Trees, degli Stati Uniti, Canada e Nuova Scozia (1817-1819). Dal suo libro otteniamo un quadro dettagliato della vita in America, e poiché ha visto più del paese di molte persone che vi avrebbero vissuto l'intera vita, dal suo racconto possiamo ricostruire la natura del viaggio in America. Michaux intendeva esplorare l'interno degli Stati Uniti, vedendo il fiume Ohio e i nuovi insediamenti in Tennessee e Kentucky.

Charleston a Philadelphia . Michaux sbarcò a Charleston, nella Carolina del Sud, nel luglio 1802. Scoprì che per raggiungere il fiume Ohio aveva bisogno di iniziare a Filadelfia, che era a quindici giorni di distanza dalla tappa. Nel 1802 fu iniziato il servizio diretto di diligenze tra Boston, Massachusetts, e Savannah, Georgia; l'intero viaggio è durato ventidue giorni e mezzo ed è costato settanta dollari, senza contare il vitto o l'alloggio lungo il percorso. I pasti erano in media due dollari al giorno, alloggio quasi lo stesso. La tappa da Charleston a Philadelphia costerebbe cinquanta dollari. Michaux, come la maggior parte dei viaggiatori, lo ha imparato sul

Sulla costa orientale è stato molto più veloce andare in barca. Ha portato uno sloop a pacchetto a New York, impiegandoci una decina di giorni e costando meno di cinquanta dollari, e poi ha preso un palco a Philadelphia, raggiungendo quella città un giorno e mezzo dopo aver lasciato New York. La corsa sul palco da cinque dollari non includeva vitto o alloggio o la mancia di cinquanta centesimi per l'autista.

A Pittsburgh . Da Philadelphia Michaux partì per Pittsburgh. Dopo tre giorni sul palco ha appreso che si è spinto solo fino a Shippensburg, 170 miglia da Pittsburgh. Un viaggiatore sarebbe “obbligato a compiere il resto del viaggio a piedi, o ad acquistare un cavallo, di cui ce ne sono sempre molti in vendita; ma i contadini sono così imbroglioni che ti fanno sempre pagare il doppio del valore per loro; e all'arrivo a Pittsburgh sei obbligato a smaltirli per la metà di quanto costano. " Michaux pensò di camminare, ma invece lui e un compagno comprarono un cavallo, che a turno andarono a Pittsburgh. Sono arrivati ​​a Pittsburgh nove giorni dopo aver lasciato Filadelfia; un altro viaggiatore che camminava raggiunse Pittsburgh in ventisette giorni.

Sul fiume. Da Pittsburgh Michaux si recò a Wheeling, in Virginia, una città di ventisei case sul fiume Ohio. Lui e un altro viaggiatore comprarono una canoa e una sera partirono da Wheeling, viaggiando per dodici miglia lungo il fiume prima di stancarsi di pagaiare. La mattina dopo presero di nuovo il fiume, percorrendo trenta miglia quel giorno, quaranta il giorno successivo. Per dieci giorni hanno cavalcato il fiume prima di raggiungere Limestone, Kentucky, a una distanza di 348 miglia da Wheeling. Michaux fu sorpreso di vedere quella che sembrava essere una flotta di sei o sette enormi casse che galleggiavano lungo il fiume. “Non riuscivo a concepire cosa potessero essere scatole quadrate così grandi, che sembravano abbandonate alla corrente, presentando alternativamente le loro estremità, i loro lati, persino i loro angoli. Man mano che avanzavo, udii un rumore confuso, senza distinguere nulla, a causa dell'altezza dei lati. Risalendo le rive del fiume ho scorto in queste barche diverse famiglie, che portavano con sé i loro cavalli, mucche, galline, carri, aratri, finimenti, letti, strumenti di allevamento; insomma, tutti i mobili necessari per le pulizie, l'agricoltura e la gestione di un'azienda agricola. Queste persone si erano così abbandonate all'acqua per diverse centinaia di miglia, probabilmente senza sapere dove si sarebbero potute fermare, per esercitare la loro industria e per godere in pace del frutto delle loro fatiche ". Questa migrazione nella valle del fiume Ohio era iniziata prima della Rivoluzione, e sarebbe aumentata in volume, anche se non in velocità, dopo che gli Stati Uniti avevano acquistato il territorio della Louisiana nel 1803 e dopo che gli indiani Shawnee e Creek furono sconfitti nella guerra del 1812 Il ritmo del viaggio non sarebbe cambiato fino a ben dopo il 1811, quando Nicholas Roosevelt costruì il battello a vapore new Orleans a Pittsburgh e l'ha portata giù per il fiume. Nel 1807 un altro viaggiatore sull'Ohio incontrò un uomo di Saint Louis che remava con la sua canoa a monte. Mentre andava a trovare suo fratello a Pittsburgh, l'uomo controcorrente si aspettava che il suo viaggio sarebbe durato dieci settimane.

A Nashville . Michaux decise di andare a piedi a Lexington, a sessantacinque miglia di distanza, e raggiunse la città dopo aver camminato per due giorni e mezzo. Comprò un cavallo a Lexington e andò a Nashville, nel Tennessee, percorrendo una media di trenta miglia al giorno. Michaux lasciò Nashville il 5 settembre, prendendo una vecchia strada indiana verso est e raggiungendo Morgantown, nella Carolina del Nord, a seicento miglia di distanza, un mese dopo. Il 18 ottobre è tornato a Charleston, nella Carolina del Sud, "tre mesi e mezzo dopo la mia partenza da Filadelfia, dopo aver attraversato uno spazio di quasi milleottocento miglia". Delle milleottocento miglia, Michaux aveva usato una diligenza per sole 140 miglia. Nei suoi giorni migliori Michaux viaggiava tra le trenta e le quaranta miglia.