Vence, Jean Gaspard

Vence, Jean Gaspard. (1747-1808). Corsaro francese, ammiraglio. Figlio di un capitano della marina mercantile, è nato a Marsiglia. Nel 1762 salpò per le Indie occidentali. L'anno successivo prestò servizio a bordo della nave da guerra protettore in combattimento contro corsari inglesi. Nel 1777 andò in Martinica, fu incaricato come corsaro e in maggio navigò nel Tigre. In 40 azioni prima della guerra, ha vinto 211 premi.

Il 6 settembre 1778 Vence prese parte alla cattura di Dominique e il governatore generale Bouillé lo brevettò tenente. A dicembre ha assistito all'azione a bordo del Trota al largo di Santa Lucia. Ha poi prestato servizio a bordo della Ceres e successivamente sul Linguadoca, Ammiraglia dell'ammiraglio d'Estaing. Il 4 luglio 1779 guidò l'attacco francese a Grenada, prendendo la principale batteria nemica, abbattendo l'Union Jack e mantenendo la sua posizione contro forti avversità fino all'arrivo di d'Estaing con il corpo principale. Promosso a primo tenente, ha condotto un attacco a Savannah che è entrato negli stabilimenti britannici prima di essere respinto. Fu nominato cavaliere nell'Ordine di Saint Louis nel 1780 e successivamente fu ammesso alla Società dei Cincinnati.

Capitano del porto di Grenada nel 1780, prestò servizio nel 1782 sul Terribile nello squadrone franco-spagnolo a Cadice. Capitano nel novembre 1792 e comandando il Duquesne, ha condotto una campagna nel Mediterraneo ea Tunisi. Il 10 marzo 1793 gli fu dato il comando del felice e il 16 novembre divenne vice ammiraglio. Nel 1800, come prefetto marittimo di Tolone, comandava uno squadrone armato a Brest il cui compito era proteggere la prevista invasione dell'Inghilterra. Le sue critiche al progetto attirarono le ire del ministro della Marina Decrès, e il 16 ottobre 1803 si ritirò.