Vacanze e tempo libero

Vacanze e tempo libero. Le vacanze iniziarono come privilegio dell'élite coloniale nel diciottesimo secolo, quando i coltivatori meridionali e ricchi settentrionali iniziarono a fare ritiri periodici verso sorgenti minerali e spiagge. Le prime destinazioni includevano Saratoga Springs a New York, Stafford Springs nel Connecticut, Berkeley Springs in Virginia e Newport nel Rhode Island. Il periodo anteguerra ha visto aumentare il numero di vacanzieri e ritiri per le vacanze. All'elenco delle destinazioni in questo periodo si sono aggiunte le località intorno alle sorgenti minerali nelle Virginia come Red Sulphur Springs e White Sulphur Springs; località balneari come Cape May nel New Jersey e Cape Cod nel Massachusetts; e le Montagne Catskill, Adirondack, White e Green. Nel frattempo, le Cascate del Niagara sono diventate la principale destinazione turistica del XIX secolo. Ma la vacanza è rimasta in gran parte confinata alle classi superiori ed era destinata principalmente a motivi di salute. In effetti, la parola "vacanza" per descrivere questo tipo di viaggi non entrò nel lessico americano fino alla metà del diciannovesimo secolo, e fu in questo periodo che emerse un notevole dibattito. Prendere tempo lontano dal lavoro per svago era contrario all'etica puritana, che aveva pervaso per due secoli; il tempo di inattività potrebbe essere giustificato per motivi di salute, ma non semplicemente per divertimento. L'eventuale cambiamento nell'opinione pubblica, l'emergere della classe media e i cambiamenti nella tecnologia dei trasporti dopo la guerra civile hanno dato origine a una vasta gamma di resort e tipi di vacanze per il tempo libero, la ricreazione, l'istruzione e, in effetti, la salute.

Le ferrovie hanno cambiato radicalmente il panorama delle vacanze. Con l'introduzione delle lussuose Pullman Palace Cars dopo la guerra civile, le ferrovie svilupparono un più ampio commercio turistico. Inoltre, il completamento della ferrovia transcontinentale nel 1869 rese l'Occidente una meta turistica praticabile. Le sorgenti minerali rimasero popolari e proliferarono in tutto il paese, tra cui Waukesha, Wisconsin, nel Midwest, Hot Springs, Arkansas, nel sud, e Congress Springs, in California, nell'ovest, solo per citarne alcuni. Cominciarono a sorgere località balneari sulla costa occidentale, ad esempio a San Diego, dove il famoso Hotel Del Coronado aprì per la prima volta nel 1886, ea Monterey Bay, dove l'altrettanto famoso Hotel Del Monte aprì un anno dopo. Le ferrovie furono anche i principali fautori dei primi parchi nazionali d'America; La Northern Pacific ha promosso Yellowstone; la Santa Fe commercializzava il Grand Canyon; e il Great Northern è stato determinante nello sviluppo del Glacier National Park nel Montana settentrionale.

La caccia, la pesca e le attività ricreative all'aperto in generale divennero ampiamente popolari nei decenni che abbracciarono la fine del diciannovesimo secolo, specialmente tra la crescente popolazione urbana americana. Le regioni turistiche di Backwoods sono emerse in tutto il paese ovunque ci fosse una concentrazione di laghi, foreste o montagne. Il tipico resort è stato gestito secondo quello che è stato chiamato il piano americano, il che significava che letteralmente tutto era fornito agli ospiti, incluso cibo, riparo, trasporti, intrattenimento e guide.

Il ventesimo secolo ha assistito a cambiamenti drammatici nelle vacanze e nelle attività ricreative. L'automobile e lo sviluppo di un sistema autostradale nazionale hanno liberato il vacanziere dalla ferrovia; erano liberi di viaggiare praticamente ovunque. Campeggi e motel economici hanno portato l'esperienza di vacanza alla portata di quasi l'intera popolazione americana. La partecipazione ai parchi nazionali e statali aumentò nei decenni successivi alla seconda guerra mondiale. Parchi a tema come Disneyland e Disney World hanno aperto la strada a nuovi tipi di vacanze per famiglie, mentre il brivido del gioco d'azzardo e della vita notturna hanno messo Las Vegas sulla mappa. Una volta esclusivamente per i ricchi, i viaggi aerei poco costosi negli ultimi decenni del ventesimo secolo hanno permesso agli americani della classe media di viaggiare verso destinazioni di vacanza in Europa, Messico, Caraibi e Hawaii.

Bibliografia

Aron, Cindy. Working at Play: A History of Vacations negli Stati Uniti. New York: Oxford University Press, 1999.

Belasco, Warren. Americani in viaggio: dall'autocampo al motel, 1910-1945. Cambridge, Mass.: MIT Press, 1979.

Jakle, John. Il turista: viaggio nel Nord America del XX secolo. Lincoln: Pressa dell'Università del Nebraska, 1985.

TimoteoBawden