Uta thyra hagen

A partire dal Il Sea Gull, il suo debutto a Broadway nel 1938, al successo off-Broadway del 1995 Signora Klein, Uta Hagen (nato nel 1919) continua a far crollare la casa. Molti critici la considerano la first lady del teatro.

Uta Hagen è nata da Oskar Frank Leonard e Thyra A. (Leisner) Hagen a Gottinga, in Germania, il 12 giugno 1919. Suo fratello, Holger Hagen, in seguito divenne un attore in Germania. Il padre di Hagen ha insegnato storia dell'arte all'università locale e ha anche diretto i festival di Gottingen Handel dopo la prima guerra mondiale.

Nel 1924, come professore della Fondazione Carl Schurz, il padre di Hagen si recò nel Wisconsin negli Stati Uniti. Ha fondato il dipartimento di storia dell'arte presso l'Università del Wisconsin a Madison. Gli fu offerto l'incarico di capo del dipartimento, accettò e si trasferì con la sua famiglia negli Stati Uniti.

Per molti anni durante la sua infanzia, Hagen aveva accompagnato i suoi genitori a teatro sia negli Stati Uniti che all'estero da quando la famiglia aveva fatto numerosi viaggi di ritorno in Germania. Sembrava che la recitazione fosse già nel suo sangue. Nel 1936, si laureò alla University of Wisconsin High School ed entrò nell'università stessa, ma se ne andò dopo un solo trimestre. Un semestre di studio presso la Royal Academy of Dramatic Art di Londra ha convinto Hagen che la recitazione fosse la scelta giusta per la carriera e l'ha portata a lasciare l'Università del Wisconsin per le incertezze del teatro.

Nel 1937 era sul palco come Ofelia in una produzione a Dennis, Massachusetts. Il ruolo principale di Amleto è stato interpretato da Eva Le Gallienne, una delle attrici principali di Broadway. Le Gallienne, nato a Londra nel 1899, aveva fondato il famoso Civic Repertory Theatre di New York nel 1926, diventando anche regista e produttore. Con il nutrimento di Le Gallienne, Hagen saltò il solito percorso di piccole parti e fece il suo debutto sul palcoscenico il 28 marzo 1928. Aveva 19 anni quando fece il suo debutto come Nina in Il Sea Gull al teatro Shubert.

Nel 1938, Hagen incontrò l'attore che sarebbe diventato suo marito. Si sono conosciuti in un modo piuttosto insolito. Durante una produzione estiva di stock di La latitudine dell'amore, a Ridgefield, nel Connecticut, Hagen era tenuto a far perdere i sensi al protagonista ogni notte. Tuttavia, José Ferrer sopravvisse e si sposarono l'8 dicembre 1938. Durante i loro dieci anni di matrimonio, Hagen e Ferrer si esibirono in molte produzioni insieme, oltre che separatamente. Sono diventati una delle pochissime squadre di coniugi co-protagonisti a raggiungere la celebrità insieme. Avevano una figlia, Leticia.

Hagen si è tenuto impegnato negli anni successivi. Tornò a Broadway nel 1939, interpretando Edith I giorni più felici e poi apparire in Key Largo, il potente dramma di Maxwell Anderson all'Ethel Barrymore Theatre. Il pubblico ha applaudito la sua Desdemona Otello nel 1942. Il cast comprendeva Paul Robeson nel ruolo del protagonista e Ferrer nei panni di Iago. Nello stesso anno, lei e Ferrer hanno suonato Vickie, una commedia al Plymouth Theatre. Forse la performance chiave della carriera di Hagen è avvenuta nel 1943, ancora una volta come Desdemona nella produzione della Theatre Guild di Otello, e ancora una volta con Robeson e Ferrer. Lo spettacolo è stato eseguito per 295 spettacoli.

Dopo la seconda guerra mondiale e le paure dell'Unione Sovietica e del comunismo erano alle stelle. Poiché Hagen e Ferrer erano così strettamente associati a Robeson, un attore afroamericano noto per le sue opinioni di sinistra, alla fine furono chiamati a Washington, DC, per essere interrogati sulle loro convinzioni. Ferrer ha negato qualsiasi connessione con le opinioni di sinistra e ad Hagen non è mai stato chiesto di fornire le sue opinioni. Nonostante ciò, Hagen è finito nella lista nera dei ruoli televisivi e dei film di Hollywood.

Nel 1947, Hagen ha co-fondato una scuola di recitazione con l'attore / regista Herbert Berghof e ha iniziato a insegnare corsi di recitazione. All'inizio del 1948, Hagen recitò di nuovo con Ferrer in una produzione di Angel Street, e quel giugno divorziarono. Ha sposato Berghof nel 1951.

Tra la fine degli anni Quaranta e l'inizio degli anni Cinquanta, Hagen divenne davvero una delle star più rispettate e ammirate di Broadway. Ha sostituito Jessica Tandy a Broadway nel ruolo di Blanche DuBois in Tennessee Williams Un tram chiamato desiderio. Ha ricevuto recensioni entusiastiche da parte della critica. Successivamente ha interpretato Georgie, la moglie sciatta nella commedia di Clifford Odets, La ragazza di campagna. Hagen ha vinto il suo primo Antoinette Perry Award (Tony Award) come migliore attrice drammatica per questo ruolo.

Hagen si tenne impegnato con le scorte estive nel 1954, in tournée La signora non è per bruciare con Il profondo mare blu. Dopo la sua apparizione in Isola delle capre al Fulton Theatre nel 1955, Hagen lasciò Broadway per un periodo di sette anni. Aveva deciso di aspettare la parte perfetta.

Hagen tornò a Broadway il 13 ottobre 1962. Interpretando la spietata Martha, la moglie di un professore universitario, nel dramma bruciante di Edward Albee, Chi ha paura di Virginia Woolf ?, Hagen ha vinto il suo secondo Tony Award e il premio della critica come migliore attrice drammatica dell'anno. Il suo co-protagonista, Arthur Hill, che interpreta il marito che non può essere all'altezza delle aspettative della moglie, ha vinto anche un Tony Award e il premio della critica. La commedia, così come il film (con Richard Burton ed Elizabeth Taylor nei ruoli principali) è stato un po 'uno shock per il pubblico negli anni '1960, non solo per il modo in cui ha aperto la brutta realtà di un matrimonio fallito, ma anche per il suo uso liberale delle oscenità.

Hagen ha scritto due libri, Rispetto per la recitazione in 1973 e Una sfida per l'attore nel 1991. Secondo la sua biografia sul Centro internazionale delle donne sito web, i libri "sono nati da decenni di collaborazione ed esplorazione del mestiere dell'attore". Ha anche continuato a insegnare all'Herbert Bergof Studio, sebbene suo marito, l'omonimo della scuola, sia morto nel 1990. Secondo Marjorie Rosen di Persone, i suoi studenti, che hanno incluso i vincitori dell'Oscar Whoopi Goldberg, Jack Lemmon e Geraldine Page, così come la vincitrice del Golden Globe Christine Lahti, "considerano Hagen come la quintessenza dell'insegnante di recitazione". Lemmon ha commentato che "Hagen gli ha insegnato la 'verità sul comportamento dei personaggi"'. Hagen ha risposto a Rosen: "Cerco di insegnare agli attori a portare un essere umano sul palco, non un attore".

Dagli anni '1960 ai primi anni '1990, Hagen ha fatto apparizioni televisive e cinematografiche, in particolare I ragazzi venuti dal Brasile nel 1978, un episodio di Ai confini della realtà programma televisivo nel 1985 e Rovescio della Fortuna nel 1990. È stata anche inserita nella Theatre Hall of Fame nel 1981. Nel 1995 all'età di 76 anni, Hagen ha nuovamente ricevuto il plauso della critica per il suo ritratto della psicoanalista Melanie Klein nella produzione off-Broadway Signora Klein. Lloyd Rose del Il Washington Post ha commentato: "Una leggenda sta interpretando una leggenda quando Uta Hagen appare nel ruolo del titolo di 'Mrs. Klein".

Ulteriori letture

Hagen, Uta, Una sfida per l'attore, Scribner, 1991.

Hagen, Uta, Rispetto per la recitazione, edizione rivista, Macmillan General, 1979.

Back Stage West, Luglio 10, 1997.

Persone, Febbraio 5, 1996.

Tempo, Novembre 20, 1995.

Washington Post, Settembre 20, 1996.

"Uta Hagen" Banca dati di film su Internet,http://us.imdb.com (Può 18, 1998).

"Biografia WIC -Uta Hagen", Centro internazionale delle donne,http://www.wic.org/bio/hagen.htm (Può 18, 1998).