Unione in crisi: la legge kansas-nebraska e il partito repubblicano

Una lettera di compromesso. La tregua politica seguita al Compromesso del 1850 durò solo quattro anni, finché scoppiò di nuovo la battaglia per la schiavitù nei territori. Questa volta il conflitto si concentrò sull'acquisto della Louisiana, dove la questione della schiavitù sarebbe stata risolta nel 1821 con il Missouri Compromise, che tracciò un confine settentrionale per la schiavitù a 36 ° 30 ′. La schiavitù riemerse come una questione politica fondamentale in Occidente nel 1853, quando i coloni nelle valli del Kansas, Platte e Missouri fecero una petizione per lo status territoriale. A differenza delle precedenti crisi sulla schiavitù nei territori, i politici non sono riusciti a trovare un compromesso per diffondere il conflitto.

Nebraska. Con migliaia di coloni affamati di terra che ripercorrono il percorso di Meriwether Lewis e William Clark lungo il fiume Missouri e gli imprenditori che chiedevano una ferrovia che collegasse San Francisco all'Est, molti americani preferivano organizzare un territorio a nord del territorio indiano, l'attuale Oklahoma. Rispondendo rapidamente, la Camera dei Rappresentanti approvò un disegno di legge nel 1853 che creava il territorio del Nebraska, che comprendeva l'area a nord del territorio indiano fino al confine canadese. I senatori del sud ancora irritati dall'ammissione della libera California nel 1850 prevedevano correttamente che sotto il compromesso del Missouri la schiavitù sarebbe stata proibita in ogni stato intagliato dal territorio del Nebraska. Volevano disperatamente evitare l'aggiunta di nuovi stati liberi, che avrebbe ulteriormente diluito il loro potere al Congresso.

Le motivazioni di Douglas. Lo sponsor della legislazione del Nebraska era il senatore dell'Illinois Stephen A. Douglas, che aveva in mente diversi obiettivi. In primo luogo, era un democratico espansionista e, come altri del suo partito, credeva che fosse giunto il momento di organizzare il popoloso nuovo territorio del Nebraska. In secondo luogo, era un senatore del Nord che sperava di ottenere il sostegno del Sud per una corsa presidenziale nel 1856. Infine, Douglas era sia un direttore dell'Illinois Central Railroad che uno speculatore fondiario che sognava di costruire una linea ferroviaria attraverso il Nebraska che collegasse la California con la sua città natale di Chicago. Prima che la costruzione potesse iniziare, tuttavia, il Nebraska aveva bisogno di una qualche forma di governo. Nel frattempo, i promotori della ferrovia meridionale iniziarono a progettare un'altra linea transcontinentale proveniente da New Orleans o da Memphis. Per facilitare questo piano James Gadsden, un dirigente delle ferrovie meridionali e ministro degli Stati Uniti in Messico, acquistò ventinovemila miglia di deserto messicano a sud del fiume Gila nel 1853 per fornire un facile percorso ferroviario attraverso le montagne fino alla California.

La battaglia per il Kansas. I meridionali guidati dal senatore David R. Atchison, un democratico del Missouri, si opposero all'organizzazione di ulteriore territorio libero, e fecero pressione sul Douglas, dalla mentalità espansionista, affinché emendasse il suo disegno di legge sul Nebraska. In risposta Douglas propose di dividere l'area in due territori separati chiamati Kansas e Nebraska. In secondo luogo, e più problematico, ha proposto di abrogare la parte del compromesso del Missouri che proibiva la schiavitù a nord di 36 ° 30 ′. Douglas sosteneva che il principio della sovranità popolare imponeva che ogni territorio dovesse essere in grado di decidere se essere uno stato libero o schiavo. Per gli osservatori del Nord una simile strategia aveva un intento ovvio: creare un Nebraska che sarebbe stato libero mentre il territorio meridionale del Kansas sarebbe stato aperto alla schiavitù. Apparentemente sostenendo l'introduzione della schiavitù in un territorio che era stato libero per più di trent'anni, Douglas ha alienato migliaia di nordici, molti dei quali consideravano sacrosanto il compromesso del Missouri. Era un errore di calcolo politico che sarebbe costato caro a Douglas.

Sensazione "Anti-Nebraska". Quasi dall'oggi al domani, le persone che non si erano mai opposte pubblicamente all'estensione della schiavitù si eccitarono. I membri del Congresso contro la schiavitù hanno lanciato un "Appello dei Democratici Indipendenti", accusando Douglas di una "grave violazione di un impegno sacro" e sollecitando una campagna popolare per abrogare l'atto. Il pubblico del Nord ha risposto con entusiasmo. Abolizionisti, Free Soilers, Northern Whigs e molti Northern Democrats formarono rapidamente coalizioni "anti-Nebraska", che scrivevano petizioni, tenevano riunioni e organizzavano manifestazioni chiedendo l'abrogazione della legge Kansas-Nebraska. Abraham Lincoln, che aveva servito per un mandato come membro del Congresso dell'Illinois dal 1847 al 1849, riemerse sulla scena politica come uno dei più feroci critici del disegno di legge Kansas-Nebraska. "La mostruosa ingiustizia della schiavitù", scrisse Lincoln, "priva il nostro esempio repubblicano della sua giusta influenza nel mondo - consente ai nemici delle libere istituzioni, con plausibilità, di schernirci come ipocriti".

Il sud vince il primo round. Gli oppositori della legge Kansas-Nebraska non sono riusciti a impedirne l'approvazione al Congresso. I meridionali di entrambe le case appoggiarono il piano di Douglas, e il presidente Franklin Pierce - un ardente espansionista non infastidito dalla schiavitù come questione morale - invocò ogni grammo di disciplina di partito per assicurarne il successo. La Camera, molto meno orientata a sud del Senato, ha approvato il disegno di legge con un voto di 113-100.

Ascesa del partito repubblicano. Le conseguenze politiche del Kansas-Nebraska Act furono rapide. In primo luogo, il Partito Whig nel Sud è stato quasi distrutto, ed è stato fatalmente indebolito anche nel Nord. I Whig del Nord come William Seward di New York avevano sempre sperato che il loro partito un giorno avrebbe assorbito uomini antischiavista da altri partiti, ma i Free Soilers ei Democratici antischiavista si rifiutarono di diventare Whigs. Preferivano una nuova festa e un nuovo nome. Quello che rimase bloccato era "Repubblicano", il nome adottato in un raduno anti-Nebraska a Ripon, Wisconsin, nel maggio 1854. Divenne rapidamente lo stendardo sotto il quale tutte le forze anti-Nebraska si radunarono nelle elezioni del 1854.