umanitari

umanitari. La parola "umanitario" era un diciannovesimo secolo. invenzione e di solito aveva un sapore sprezzante, denotando un noioso ficcanaso di auto-pubblicità. Ma le radici dell'umanitarismo sono profonde. Un sentimento di preoccupazione per i propri simili è presumibilmente antico quanto l'umanità stessa, anche se spesso è stato confinato alla propria famiglia, tribù, clan o vicini. Il dovere di fare l'elemosina e il bisogno di opere buone era parte integrante del messaggio cristiano, sebbene le donazioni fossero spesso di carattere privato o di scala locale: ospizi di carità, scuole, lasciti e enti di beneficenza. Nel XVIII sec. questo flusso di filantropia è stato rafforzato e modificato in due modi. In primo luogo, molti dei problemi che devono affrontare una società in rapida evoluzione e brulicante potrebbero essere attaccati solo su una scala più ampia, richiedendo uno sforzo comunitario o nazionale. Il primo periodo georgiano ha visto la creazione di un gran numero di ospedali, Londra e provinciali, e sebbene spesso associati a individui come Thomas Guy o Captain Coram, hanno guardato a una comunità più ampia per supporto e manutenzione. Nominavano comitati di gestione, eleggevano amministratori, lanciavano appelli al pubblico, organizzavano concerti per raccogliere fondi, cercavano il patrocinio. A questo impulso si unì un flusso dell'Illuminismo che, nonostante tutte le sue occasionali fatuità, aveva generose aspirazioni: sradicare la servitù e la schiavitù, bandire la tortura e le punizioni barbare, migliorare la sorte dei debitori in prigione e dei pazzi nei manicomi, proteggere donne e bambini dallo sfruttamento. In effetti, il Filosofi sono stati chiamati "il partito dell'umanità" e, sebbene fossero magri sul terreno in Inghilterra (meno in Scozia), i riformatori erano abbondanti. Oglethorpe si sforzò di aiutare i debitori, Howard fece una campagna per la riforma carceraria, Gilbert cercò di migliorare i soccorsi poveri, Wilberforce lavorò per l'abolizione della tratta degli schiavi e Jonas Hanway, una volta descritto in modo memorabile come la più grande noia della storia britannica, lavorò per conto degli orfani e spazzacamini.

La rivoluzione francese e le atrocità che l'hanno accompagnata hanno screditato il pensiero illuminato e per un certo periodo l '"Amico dell'umanità" di Canning nell'anti-giacobino è stata una figura di ridicolo, un benefattore autoimportante. Ma la marea era troppo forte per essere trattenuta e, passati i giorni bui, l'umanitarismo si è riaffermato. Romilly ha tentato di ridurre il gran numero di reati capitali, Elizabeth Fry ha condotto una campagna per le donne in prigione, Shaftesbury per i bambini nelle miniere e nelle fabbriche, Plimsoll per i marinai mercantili in pericolo su navi non idonee alla navigazione. Ci sono stati miglioramenti nel trattamento dei malati mentali, percosse e reclusione lasciando il posto alla pazienza e alla comprensione. Il gibbeting, la schiavitù, la banda della stampa, le esecuzioni pubbliche svanirono. La fustigazione nelle forze armate è scomparsa, lo stigma dell'illegittimità è stato gradualmente rimosso. L'avanzata della democrazia ha significato che, nel XX secolo, l'umanitarismo è diventato il credo dei governi, che dovrebbero riformarsi e proteggere. I Crofters sono stati aiutati ad acquistare i loro appezzamenti, i lavoratori dell'industria sono stati protetti dalla legislazione sulla sicurezza, i disabili aiutati e incoraggiati. L'equilibrio da trovare tra mollycoddling e indifferenza è sempre stato dibattuto. Le motivazioni degli umanitari sono sempre state contrastanti. Nel XVIII sec. gli amministratori dell'ospedale Foundling hanno sottolineato che ogni bambino abbandonato salvato era un ulteriore avversario contro i francesi, e gran parte della preoccupazione pubblica nel 20 circa le condizioni delle persone era a causa della scarsa qualità delle reclute per la guerra boera. Ma come forza, soprattutto nel suo ruolo internazionale, l'umanitarismo non è né screditato, né forse esauribile. "Beneficio" è ancora un termine di rimprovero, come lo era umanitario nel 18, ma ci sono cose peggiori.

JA Cannon