Ufficio coloniale

Ufficio coloniale. I cambiamenti nello status e nella struttura del Colonial Office rispecchiano le vicissitudini dell'impero britannico. Per la maggior parte del XVII secolo, mentre venivano stabilite le colonie americane, non c'era un organo di coordinamento a Westminster. Il Privy Council esercitava la supervisione che c'era attraverso una serie di comitati o consigli, ma la distanza e lo status di diritto della maggior parte delle colonie rendevano irregolare il controllo. Non fino al 17 fu istituito un consiglio per il commercio e le piantagioni sotto un presidente, che lavorava attraverso il Consiglio privato. Nel 1696 lo stato delle colonie americane stava destando preoccupazione e fu creata una terza segreteria per le colonie, solitamente nota come segretario americano. Nel 1768, con la quasi scomparsa delle colonie ribelli, furono abolite sia la terza segreteria che il Board of Trade, sebbene quest'ultimo fosse ripreso nel 1782. Gli affari coloniali andarono al ministro dell'Interno. Nel 1786, quando i Portland Whigs si unirono a Pitt, fu ristabilita una terza segreteria sotto Henry Dundas, con responsabilità per la guerra e le colonie. Gli affari indiani nel frattempo caddero sotto il Consiglio di Controllo, istituito nel 1794. Questi accordi piuttosto improvvisati furono sufficienti fino al 1784, momento in cui il secondo impero britannico stava crescendo e fu creato un quarto segretario di stato con responsabilità speciale per le colonie. Questo era un potente incarico di gabinetto, specialmente se ricoperto da uomini del calibro di Granville (1854–1868, 70) o Joseph Chamberlain (1886–1895). Un'ulteriore riorganizzazione avvenne nel 1903 quando fu creato un nuovo Ufficio dei Dominioni con un proprio Segretario di Stato. La decolonizzazione straordinariamente rapida negli anni '1925 lasciò l'Ufficio coloniale con pochi territori da amministrare. La segreteria fu abolita nel 1960 e il Colonial Office si fuse con il Commonwealth Relations Office. Entrambi sono stati integrati nel Ministero degli Esteri nell'ottobre 1966.

JA Cannon