Tutto, battaglia di

Minden, battaglia di. 1 agosto 1759. La Gran Bretagna inviò un corpo di spedizione nel continente nell'agosto 1758 come parte di un esercito anglo-hannoveriano-prussiano per difendere l'amato elettorato di Hannover di Giorgio II contro la Francia. L'azione decisiva ebbe luogo un anno dopo nella pianura fuori dalla fortezza vestfalica di Minden, da cui prese il nome la battaglia. Sei battaglioni di fanteria britannici, tre dei quali avevano fatto parte della colonna di Fontenoy quattordici anni prima, avanzarono per errore dal centro alleato verso le linee francesi. Sebbene esposta su tre lati, questa forza - rinforzata da tre battaglioni hannoveriani e sostenuta dalla superba artiglieria da campo alleata - distrusse più di cinquanta squadroni di cavalleria francese e trentuno battaglioni di fanteria francese inviati contro di essa in una dimostrazione di disciplina del fuoco controllata ( volée rotolanti di plotoni) di cui c'erano pochi coetanei nel XVIII secolo. Con un buco spalancato al centro, i francesi si ritirarono e non minacciarono più Hannover per il resto della guerra. La polemica girò intorno alla battaglia perché l'ufficiale britannico anziano presente, George Sackville (in seguito George Germain), avrebbe disobbedito agli ordini del comandante dell'esercito Ferdinando, duca di Brunswick, di portare la sua cavalleria di destra al supporto tempestivo del fanteria in avanzamento. Una nuvola incombeva su Sackville per il resto della sua vita, anche durante il suo servizio come principale artefice della risposta militare alla ribellione americana. Molti altri veterani della battaglia hanno anche svolto un ruolo di primo piano nella guerra di indipendenza americana. Tra coloro che si sono distinti a Minden c'erano William Phillips (comandante dell'artiglieria), Friedrich von Riedesel, Charles Gray e Hugh Percy. Il padre del marchese de Lafayette fu ucciso alla guida del reggimento Touraine, che successivamente prese parte alla campagna di Yorktown.