Trionfo del nord

Deadlock. La situazione di stallo a Pietroburgo e Atlanta diffuse la disperazione in tutto il Nord. Molti pensavano che le strategie del generale Ulysses S. Grant avessero trasformato la guerra in un pareggio. L'alto tasso di mortalità dell'Unione in tutti i teatri (110,000 in tre mesi), insieme ai rapporti secondo cui i prigionieri del Nord ad Andersonville, in Georgia, morivano a un tasso di cento al giorno, combinato per ravvivare i sentimenti contro la guerra. Persino i repubblicani fedeli furono travolti dal malcontento nordico; alcuni hanno chiesto al presidente Abraham Lincoln di abbandonare l'emancipazione come obiettivo di guerra. Molti repubblicani si convinsero che il presidente avrebbe perso nelle imminenti elezioni del novembre 1864 contro il suo avversario democratico, l'ex capo generale dell'Unione George B. McClellan.

Atlanta. Tuttavia, la guerra infuriava ancora e il morale del Nord continuava a oscillare in risposta ai rapporti dal campo di battaglia. Un barlume di ottimismo è emerso per la prima volta in agosto quando la flotta di legno dell'ammiraglio David Farragut ha manovrato intorno alle miniere sottomarine e ha preso Mobile Bay, un importante porto confederato situato nel Golfo del Messico, sulla costa dell'Alabama. Un mese dopo la marea cambiò di nuovo. Nel settembre 1864 il sentimento del Nord tornò a favore del presidente quando il generale William T. Sherman inviò buone notizie dalla Georgia. Il 2 settembre gli uomini di Sherman conquistarono l'ultimo collegamento ferroviario in Atlanta, costringendo il generale confederato John Bell Hood ad abbandonare la città per salvare il suo esercito. La vittoria ha ripristinato la fiducia del Nord in Lincoln come leader, mentre i democratici affermano che la guerra è stata un fallimento sono caduti nel vuoto. Ulteriori rapporti dalla Shenandoah Valley, in Virginia, garantirono la rielezione di Lincoln. Lì, in ottobre, il generale di cavalleria dell'Unione Philip Sheridan spazzò via Jubal Early ei suoi cavalieri confederati dalla zona. Due volte prima, la valle era servita come rotta di invasione a nord per l'esercito confederato e le sue fattorie continuavano a rifornire l'esercito della Virginia del Nord. Ora, il controllo dell'Unione dell'area ha negato alle forze meridionali preziose derrate alimentari. Nelle elezioni di novembre, Lincoln ha battuto facilmente McClellan; L'80% dei soldati sul campo ha votato per mantenere il proprio comandante in capo in carica.

Marcia verso il mare. In risposta alla rielezione di Lincoln, il presidente confederato Jefferson Davis dichiarò che la sua nazione era "ribelle come sempre" e avrebbe continuato a persistere con tutto il cuore contro l'aggressione del Nord. Determinato a spezzare la volontà del Sud, Sherman decise di marciare attraverso la campagna della Georgia orientale. Mandando metà del suo esercito in Tennessee per controllare l'imminente contrattacco di Hood a Nashville, Sherman ha abbandonato le sue linee di rifornimento a novembre per iniziare la sua famosa "marcia verso il mare". Dopo tre anni di combattimenti contro i soldati confederati, Sherman ora rivolse la sua attenzione alla volontà civile di combattere. Spostandosi incontrastato e vivendo fuori dalla terra, Sherman fece tagliare ai suoi uomini un'andana di sessanta miglia attraverso la Georgia, demolendo tutto sul loro cammino. Sherman non solo voleva danneggiare l'esercito confederato distruggendo il materiale bellico e le ferrovie, ma cercò anche di far sentire la guerra la popolazione civile del sud bruciando città, piantagioni e qualsiasi altra cosa alla portata del suo esercito. "Non possiamo cambiare i cuori di quelle persone del Sud", ha detto, "ma possiamo rendere la guerra così terribile e renderli così malati di guerra che le generazioni passerebbero prima di ricorrere ad essa". Entro il 20 dicembre raggiunse Savannah e presentò il porto a Lincoln come regalo di Natale. Muovendosi con un'aria di invincibilità, Sherman si è trasferito nella Carolina del Sud a febbraio e ha preso la Columbia prima di interrompere definitivamente il suo percorso distruttivo in North Carolina. La crociata di cinque mesi di Sherman ha diffuso terrore e disperazione in tutto il sud. "Tutto è tristezza, sconforto e inattività", ha scritto un South Carolinian. “Il nostro esercito è demoralizzato e la gente è presa dal panico. Combattere più a lungo sembra essere una follia ".

Conclusione. Quando Sherman conquistò la costa meridionale, la guerra lentamente si concluse. Nel dicembre 1864, il generale dell'Unione George H. Thomas sconfisse e quasi annientò le forze di Hood a Nashville. A febbraio, la marcia di Sherman e il soffocante assedio di Grant a Pietroburgo convinsero molti soldati confederati a tornare a casa. Il 1 ° aprile 1865 la cavalleria del generale Philip Sheridan spezzò il fianco destro di Robert E. Lee e tagliò l'ultimo collegamento ferroviario in Pietroburgo. Il giorno successivo, nel disperato tentativo di unirsi al generale Joseph E. Johnston nella Carolina del Nord, l'esercito di Lee diede fuoco a tutti i rifornimenti militari a Richmond e si ritirò a ovest. Sentendo la vittoria a portata di mano, Grant si fece avanti e bloccò la via di fuga di Lee all'Appomattox Court House, a novanta miglia da Pietroburgo l'8 aprile. La mattina seguente, Domenica delle Palme, Lee si arrese formalmente a Grant nel salotto di una residenza privata. Nove giorni dopo, Johnston si arrese nella Carolina del Nord, ponendo ufficialmente fine alle ostilità tra Nord e Sud.