Trinità, Solano

Luglio 24, 1908
Febbraio 19, 1974

Insieme ad Abdias do Nascimento, il poeta e drammaturgo Solano Trindade si distingue come uno dei più influenti attivisti e intellettuali brasiliani neri del XX secolo. Nativo di Recife, Pernambuco, Francisco Solano Trindade emigrò a Rio de Janeiro, dove si distaccò con altri importanti intellettuali neri nel ricco ambiente culturale e politico dell'epoca. Prima di lasciare Pernambuco, ha partecipato alla formazione del Frente Negra Pernambucana (Pernambuco Black Front) nel 1936. Nel 1937, con Vicente Lima e altri, ha fondato il Centro Culturale Afro-Brasiliano a Recife, che ha offerto seminari, produzioni artistiche, bambino progetti educativi, gruppi di sostegno alle donne e assistenza medica e odontoiatrica. Il centro ha anche sostenuto importanti pubblicazioni, come Xango, un libro di Vicente Lima. Nel 1934 e nel 1937 Trindade partecipò al primo e al secondo congresso afro-brasiliano, tenuti a Recife e in Salvador. Anche in questo periodo si recò a Belo Horizonte e successivamente a Pelotas, dove fondò gruppi artistici popolari.

Trindade si stabilì a Rio de Janeiro nel 1942. Ci fu un vivace dibattito sulla questione razziale in Brasile, che collegò intellettuali, attivisti e diversi settori politici. Trindade ha avuto, insieme ad altri, un ruolo importante in questa atmosfera politica. Le sue strette affiliazioni con il Partito Comunista e gli intellettuali comunisti, insieme alle sue poesie di forte critica sociale, lo hanno reso immediatamente un attivista straordinario, denunciando fondamentalmente il razzismo e le condizioni di vita della popolazione afro-brasiliana. Le sue poesie hanno avuto un forte impatto durante quel periodo e con lo svolgersi degli eventi negli anni '1970 e '1980, quando artisti e intellettuali di sinistra si sono trovati repressi dal governo militare, hanno ispirato nuove generazioni di intellettuali e artisti popolari. Negli anni Quaranta lavorò anche alla fondazione del Comitato Democratico Afro-Brasiliano a Rio de Janeiro, dove si riunirono come vicini e amici intellettuali neri di varie convinzioni politico-ideologiche - persone come Alberto Guerreiro Ramos, Raimundo de Souza Dantas, Edison Carneiro, Sebastião Rodrigues Alves e Abdias do Nascimento.

Negli anni '1950, insieme alla moglie Margarida e ad altri, ha creato il Teatro Popolare Brasiliano. Il suo teatro ha avuto importanti ripercussioni, attirando artisti neri e affrontando temi della musica, della danza e della cultura afro-brasiliana. Successivamente, si è radicato a San Paolo, in particolare nella città di Embú, sviluppando un fulcro della cultura e delle tradizioni afro-brasiliane, un movimento che esiste ancora sotto la direzione di sua figlia, Raquel Trindade.

Al di là della sua attività politica, Solano Trindade si distingue nel suo lavoro artistico: poesie, riadattamenti del folklore e dipinti. Ha continuato a lavorare nella città di Duque de Caxias - dove il suo nome è ancora ricordato dalle comunità povere e nere - fino alla sua morte all'età di sessantacinque anni.

Guarda anche Parte anteriore nera brasiliana; Nascimento, Abdias do

Bibliografia

Barcelos, Luiz Claúdio. "Mobilitazione razziale in Brasile: una revisione critica". Afro-Asia 17 (1996): 187-212.

Leite, José Correia. E il vecchio militante José Correia Leite ha detto: testimonianze e articoli / José Correia Leite, organizzazione e testi Cuti. San Paolo: Segretario municipale della cultura, 1992.

Nascimento, Abdias do. Genocidio del negro brasiliano. Rio de Janeiro: Pace e Terra, 1978.

Nascimento, Abdias do. The Revolted Negro. Rio de Janeiro: Vozes, 1982.

flÁvio gomes (2005)
Tradotto da James H. Sweet