Trattato nord atlantico

Il Trattato del Nord Atlantico era un trattato di alleanza militare che impegnava gli Stati Uniti e altre undici nazioni al principio della sicurezza comune su base regionale. Lo scopo del trattato era promuovere i valori comuni dei suoi membri e unire i loro sforzi per la difesa collettiva. Firmato il 4 aprile 1949, il trattato era insolito in quanto era la prima alleanza in tempo di pace che l'America avesse mai stretto con una potenza europea. Le altre nazioni partecipanti erano: Belgio, Canada, Danimarca, Francia, Islanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Portogallo e Regno Unito.

L'anno 1949 segnò l'inizio di un periodo storico noto come il Guerra fredda (1949–1991). In una guerra fredda, non c'è guerra fisica, solo intensa rivalità militare e tensione politica. In questo caso, la guerra fredda era tra l'Unione Sovietica e gli Stati Uniti, le due principali superpotenze del mondo. La ragione per cui l'America considerava l'Unione Sovietica un nemico è perché era una nazione comunista. comunismo è un sistema politico in cui il governo controlla tutte le risorse e i mezzi per produrre ricchezza. Eliminando la proprietà privata, questo sistema è progettato per creare una società equa senza classi sociali. Tuttavia, i governi comunisti in pratica spesso limitano la libertà personale ei diritti individuali. Gli Stati Uniti avevano temuto per anni la diffusione del comunismo.

Cosa fa il Trattato del Nord Atlantico

Ogni trattato di pace ha articoli che definiscono il suo scopo o punto. Il Trattato del Nord Atlantico ne ha quattordici:

  1. Risoluzione pacifica delle controversie.
  2. Impegna le parti alla cooperazione economica e politica.
  3. Sviluppo della capacità di difesa.
  4. Fornisce consultazioni congiunte quando un membro è minacciato.
  5. Promette l'uso delle forze militari dei membri per l'autodifesa collettiva.
  6. Definisce le aree coperte dal trattato.
  7. Afferma gli obblighi dei membri ai sensi della Carta delle Nazioni Unite.
  8. Misure di salvaguardia contro i conflitti con altri trattati dei paesi membri.
  9. Crea un consiglio per gestire l'attuazione del trattato.
  10. Descrive le procedure di ammissione di altre nazioni interessate.
  11. Dichiara la procedura di ratifica (approvazione).
  12. Consente la riconsiderazione (revisione) del trattato dopo che è in vigore da dieci anni.
  13. Delinea le procedure di recesso per i paesi che non desiderano più essere membri del Trattato Nord Atlantico.
  14. Chiede che le copie ufficiali del trattato siano conservate negli archivi degli Stati Uniti.

Secondo i termini del Trattato del Nord Atlantico, è stata costituita l'Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO). Il suo scopo iniziale era difendere l'Europa occidentale da una possibile invasione da parte dei paesi comunisti. Nel corso degli anni altri paesi hanno aderito alla NATO.

Dopo la fine della Guerra Fredda nel 1991, la NATO ha esteso l'invito ad aderire agli ex membri del Patto di Varsavia. Il patto era un'alleanza militare comunista stabilita nel 1955 dall'Unione Sovietica in risposta alla NATO. Nel 1999, gli ex membri del Patto di Varsavia Ungheria, Polonia e Repubblica Ceca (ex Cecoslovacchia) hanno aderito alla NATO. I membri dell'organizzazione ora includevano diciannove paesi. Altri sette paesi si sono uniti nel 2004.

Con il passare degli anni, la NATO ha esteso i suoi sforzi di mantenimento della pace oltre l'Europa. Nel 2003, le forze di mantenimento della pace sono state dispiegate in Afghanistan, dove le truppe statunitensi e britanniche avevano combattuto una guerra al terrorismo dall'ottobre 2001. Conflitto in Afghanistan .) Il nome americano del conflitto era Operazione Enduring Freedom; era ancora in corso a metà del 2008.