Titoli e commissione di cambio

La US Securities and Exchange Commission (SEC) è un'agenzia governativa che regola le borse valori americane e applica le leggi federali sui titoli. È stato stabilito dal Congresso ai sensi del Securities Exchange Act del 1934. Pratiche di investimento disoneste che hanno portato al crollo del mercato azionario del 1929 e al Grande Depressione (1929-41) che seguì spinse il Congresso a stabilire sia la SEC che una serie di leggi per regolamentare le imprese e per renderle responsabili nei confronti degli investitori.

Pratiche di mercato azionario

La borsa è un'organizzazione che offre alle aziende la possibilità di trovare investitori. Un'azienda si offre di vendere azioni, o azioni, che rappresentano un investimento nella sua azienda. L'azienda utilizza i soldi degli investitori per migliorare gli affari. Se l'attività ha successo e cresce, le azioni diventano più importanti di quanto costano. Allo stesso modo, se molte persone mostrano interesse per un'azione, il prezzo aumenta. In entrambe le situazioni, gli investitori guadagnano. Gli investitori perdono denaro, tuttavia, se un'impresa va male o non è in grado di attirare l'interesse per le sue azioni.

All'inizio del 1900, il mercato azionario e le società di investimento non erano regolamentati. Di conseguenza, sono emerse diverse pratiche disoneste per la manipolazione dei prezzi delle azioni. I prezzi di un'azione potrebbero essere aumentati da un gruppo di funzionari aziendali e operatori di mercato creando l'illusione di un grande interesse per un'azione. Acquistando e vendendo rapidamente molte azioni allo stesso costo, altri investitori sono stati fuorviati dall'apparente frenesia dell'attività. I prezzi sono aumentati e i funzionari hanno venduto le loro azioni a prezzi gonfiati per realizzare un profitto. Il titolo sarebbe quindi precipitato, lasciando gli altri investitori in perdita.

Allo stesso modo, l'insider trading era una pratica in base alla quale i dirigenti aziendali utilizzavano la conoscenza delle prestazioni aziendali per posizionare i propri investimenti prima di rendere pubbliche le informazioni. In tal modo, potrebbero vendere prima che i prezzi delle azioni scendessero in caso di cattive notizie o acquistare prima che i prezzi aumentassero alle buone notizie. Un'altra pratica non regolamentata prevedeva l'investimento nel mercato a margine, il che significa utilizzare denaro preso in prestito. L'acquisto a margine ha reso il mercato instabile ed è stato un grande fattore nella Grande Depressione.

Regolamento

Prima della catastrofe economica della Grande Depressione, il governo federale ha fatto poco per regolare gli affari. Come risultato della disperazione della nazione, il governo è stato coinvolto nell'economia nazionale in modi senza precedenti. Tra gli atti legislativi approvati per regolamentare gli affari vi era il Securities and Exchange Act del 1934. Istituiva la Securities and Exchange Commission come organizzazione di regolamentazione con poteri quasi giudiziari.

Tutte le borse valori nazionali, o mercati azionari, devono aderire alle politiche stabilite dalla SEC. Le pratiche di mercato disoneste, come quelle che hanno portato al crollo del 1929, sono proibite o regolamentate. La SEC monitora l'attività per incoraggiare le società e gli investitori ad essere onesti. Le sanzioni per atti fraudolenti, manipolatori o disonesti comportano multe, reclusione o entrambi. Come risultato delle normative SEC, la fiducia del pubblico nei mercati azionari ha permesso loro di sopravvivere ai cali periodici dell'economia.