Titanic, affondamento del

TITANICO, AFFONDAMENTO DEL. Il 12 aprile 1912 il piroscafo della Royal Mail della White Star Line titanico una nave da molti considerata inaffondabile, salpò per il suo viaggio inaugurale da Southampton, in Inghilterra, con soste a Cherbourg, in Francia, e Queenstown, in Irlanda. A bordo c'erano molte delle persone più ricche e influenti della società del primo Novecento e centinaia di emigranti. Il 14 aprile, alle 11:40, il titanico a circa quattrocento miglia dalla costa di Terranova, colpì un iceberg sul lato di tribordo. Poco dopo la mezzanotte l'equipaggio è stato incaricato di preparare le scialuppe di salvataggio e di allertare i passeggeri. Le scialuppe di salvataggio avevano una capacità per la metà dei passeggeri e alcune delle barche lasciate non completamente caricate. Alle 2:20 il titanico scomparso.

Sebbene l' titanico inviavano chiamate di soccorso, poche navi trasportavano radio wireless e quelle che lo facevano servivano loro solo durante le ore diurne. Il transatlantico in direzione est Carpazia, una cinquantina di miglia di distanza, ha risposto al titanicoe ha iniziato ad affrontare i sopravvissuti. Il Carpazia ha salvato 705 persone, ma 1,523 sono morte.

Cinque giorni dopo l'affondamento, la White Star Line noleggiò una nave della compagnia di cavi commerciale, la Mackay-Bennett, per cercare corpi nell'area dell'incidente. Alla fine altre tre navi si unirono alla ricerca e 328 corpi furono recuperati. Per facilitare l'identificazione, sono stati registrati il ​​colore dei capelli, il peso, l'età, le voglie, i gioielli, i vestiti e il contenuto delle tasche. Tuttavia 128 corpi sono rimasti non identificati.

Tra le richieste di indagini sulla tragedia, sono iniziate le udienze negli Stati Uniti e in Inghilterra. Nessuna delle due indagini ha incolpato la White Star Line, ma entrambe hanno emesso una serie di raccomandazioni, tra cui scialuppe di salvataggio per tutti i passeggeri, esercitazioni su scialuppe di salvataggio, un wireless XNUMX ore su XNUMX e una pattuglia sul ghiaccio internazionale per rintracciare gli iceberg.

Il titanico la storia si è evoluta in un grande fenomeno culturale. Il fascino è iniziato con le prime notizie sui giornali, che, mentre esageravano storie di presunto eroismo, portarono all'erezione di innumerevoli targhe commemorative, statue, fontane ed edifici sia in Inghilterra che negli Stati Uniti.

Dopo questo sfogo iniziale di dolore, l'interesse per il titanico rimase indietro, ma in seguito alla pubblicazione nel 1955 di Walter Lord's Una notte da ricordare, apparvero altri libri e film sulla tragedia. La scoperta di Robert Ballard dei naufraghi titanico nel 1985 e la successiva pubblicazione nel 1987 del suo libro, La scoperta del Titanic, ha portato un diluvio di Titanica. In questa alluvione c'erano videogiochi, CD-ROM, spartiti di musica classica, documentari e mostre itineranti di manufatti, cimeli e cimeli della nave. Nel 1997 è stato messo in scena un musical di Broadway e nel 1999 James Cameron ha diretto un film epico. La scoperta ha anche rivelato nuove informazioni secondo cui non è stato un lungo squarcio ma una foratura dello scafo posizionata strategicamente che ha affondato la nave. Queste informazioni a loro volta hanno sollevato speculazioni sulla forza e l'affidabilità dell'acciaio e dei rivetti utilizzati nella sua costruzione e hanno rinnovato le domande sulla velocità della nave, gli avvisi sugli iceberg, il comportamento dell'equipaggio e alcuni passeggeri di prima classe, il trattamento dei passeggeri di terza classe, e la nave all'orizzonte.

Il titanico saga sembra senza fine. Affascina continuamente come un microcosmo del mondo edoardiano del primo Novecento. La ricchezza e lo status dei suoi passeggeri, come John Jacob Astor, Benjamin Guggenheim, Isadore e Ida Straus e Charles Thayer, rappresentano gli equivalenti della musica rock, dello spettacolo e dello sport. Il titanico la storia ha qualcosa per tutti: il naufragio definitivo, le restrizioni contro l'eccessiva fiducia nella tecnologia, i risultati dell'avidità e del capitalismo dilagante, e le ipotesi e le ipotesi. Il titanico se affondabile nella realtà, rimane inaffondabile nella memoria e nell'immaginazione culturale.

Bibliografia

Ballard, Robert D., con Rick Archbold. La scoperta del "Titanic". New York: Warner, 1987.

Bienne, Steven. Abbasso la vecchia canoa: una storia culturale del disastro "Titanic". New York: Norton, 1996.

Eaton, John P. e Charles A. Hass. "Titanic": destinazione disastro. New York: Norton, 1987

---. "Titanic": Trionfo e tragedia. New York: Norton, 1995.

Signore, Walter. Una notte da ricordare. New York: Holt, 1955.

---. La notte vive. New York: Morrow, 1986.

Lynch, Don e Ken Marschall. "Titanic": An Illustrated History. Toronto: Madison Press, 1992.

JohnMuldowny