Timucua

Timucua. Nel XVI secolo, prima del contatto con gli spagnoli, circa 200,000 timucuani vivevano in quella che oggi è la Florida settentrionale e la Georgia meridionale. Circa trentacinque chiefdom distinti dividevano politicamente l'area. La loro lingua, timucua, è così sorprendentemente diversa dalle altre lingue del sud-est che alcuni linguisti hanno sostenuto che i timucuani potrebbero aver avuto origine nell'America centrale o meridionale, ma le prove archeologiche, alcune delle quali risalenti a 5,000 anni fa, sembrano minare queste affermazioni.

Ciascuno dei chiefdom era composto da due a dieci villaggi, con villaggi minori e leader che rendevano omaggio ai capi di status superiore. Sia gli uomini che le donne hanno servito come capi. Prima del contatto con gli spagnoli, i timucuani vivevano in prossimità delle zone umide e si sostenevano con la caccia, la pesca e la raccolta. A causa della loro rapida scomparsa dopo il contatto con gli spagnoli, si sa poco della cultura e dei modi di vita di Timucuan. Gli archeologi negli ultimi decenni hanno iniziato a fornire dettagli estremamente necessari sulla dieta, le pratiche di sepoltura e le strutture politiche.

Il contatto con gli spagnoli portò cambiamenti radicali nel paese di Timucua, poiché ciascuno dei trentacinque chiefdom ricevette la propria missione francescana tra il 1595 e il 1630. La presenza delle missioni spagnole portò più che un semplice cambiamento religioso; i Timucuani, una volta orientati localmente, furono trascinati nella più ampia lotta per l'impero su scala globale. Nelle missioni, i Timucuani costruirono chiese, fortezze e caserme per gli spagnoli; allevavano anche maiali e pecore e coltivavano mais. Gli indiani coltivavano il cibo e fornivano il lavoro che permise agli spagnoli di dominare il sud-est per tutto il diciassettesimo secolo. Allo stesso tempo, le malattie importate dall'Europa hanno devastato le popolazioni di Timucuan. Le epidemie causarono un grave spopolamento: negli anni Cinquanta del Seicento ne rimanevano solo circa 1650 timucuani.

Sebbene la loro popolazione diminuisse drasticamente, la vita di missione fornì una certa stabilità ai timucani. Questa stabilità è stata di breve durata, tuttavia. La fondazione delle colonie inglesi a Jamestown (1607) e Charles Town (1670) ha rinnovato il conflitto tra Spagna e Gran Bretagna, e gli schiavisti della Carolina e gruppi di nativi alleati hanno continuamente razziato le missioni spagnole per i prigionieri. Quando la Spagna evacuò la Florida dopo la Guerra dei Sette Anni, tutti i rimanenti Timucuani furono portati a Cuba. L'ultimo Timucuan purosangue morì a Cuba nel 1767.

Bibliografia

Milanich, Jerald T. Il Timucua. Cambridge, Mass .: Blackwell, 1996.

---. Lavorare nei campi del Signore: missioni spagnole e indiani del sud-est. Washington, DC: Smithsonian Institution Press, 1999.

———. "Gli indiani Timucua della Florida settentrionale e della Georgia meridionale." In Indiani del grande sud-est: archeologia storica ed etnostoria. A cura di Bonnie G. McEwan. Gainesville: University Press of Florida, 2000.

Vale la pena, John. I Chiefdom di Timucuan della Florida spagnola. 2 voll. Gainesville: University Press of Florida, 1998.

Matthew HoltJennings