Ticonderoga, new york, cattura americana di

Ticonderoga, new york, cattura americana di. 10 maggio 1775. Catturato dagli americani. L'idea di catturare questo posto strategicamente situato e il suo deposito di scorte militari apparve ovvia a molti dei leader patrioti nell'aprile 1775. Le antiche opere francesi furono occupate da una piccola guarnigione britannica sotto il capitano William Delaplace. All'inizio del 1775 questo ufficiale riferì al generale Gage attività sospette intorno al suo posto isolato, presumendo che ci potesse essere un tentativo da parte dei coloni delle sovvenzioni del New Hampshire di rubare alcune delle sue munizioni. Promise a Gage che avrebbe preso "ogni precauzione necessaria per vanificare i loro progetti". Tuttavia, come scoprì il leader dei Green Mountain Boys, Ethan Allen, Delaplace rimase completamente all'oscuro del peggioramento delle relazioni tra i coloni e la Gran Bretagna. Il governatore Guy Carleton in Canada pianificò di rafforzare il forte nei mesi a venire, ma non fece alcuno sforzo per informare Delaplace della guerra scoppiata in Massachusetts il 19 aprile.

Allen e arnold

Ad Hartford, Samuel H. Parsons, Silas Deane e altri organizzarono una spedizione che era un'impresa privata ma che ebbe la tacita approvazione dell'assemblea del Connecticut. Dopo aver inviato una proposta a Ethan Allen a Bennington per radunare alcuni Green Mountain Boys per l'operazione, il primo del gruppo del Connecticut lasciò Hartford il 28 aprile e fu seguito il giorno successivo da altri. Una ventina di uomini del Connecticut furono raggiunti a Pittsfield, nel Massachusetts, da James Easton e John Brown, che avevano riunito una cinquantina di volontari del Massachusetts. A Castleton il 7 maggio si sono uniti ai cento Green Mountain Boys cresciuti da Allen, con altri cento in arrivo. Il giorno successivo scelsero un Comitato di Guerra, presieduto da Edward Mott del Comitato di Sicurezza di Hartford, elessero il comandante di Ethan Allen e redassero il loro piano di attacco. Allen, che aveva posto delle guardie su tutte le strade che portavano al forte per impedire che le informazioni sulla guerra filtrassero fino a Delaplace, mandò dentro Noah Phelps, fingendo di essere un cacciatore bisognoso di tagliarsi e radersi. Phelps ha riferito che, incredibilmente, gli inglesi non avevano ancora idea di essere in guerra. Se allertati, potrebbero opporre una forte resistenza, essendo ben riforniti di munizioni e artiglieria. Il 9 maggio, Allen si trasferì con il corpo principale a Hand's Cove, un punto sulla sponda orientale del lago Champlain a poco più di un miglio da Fort Ticonderoga (nella moderna Orwell, New York, allora chiamata Shoreham.) Allen inviò Samuel Herrick con un trentenne distaccamento a Skenesboro per sequestrare il colonnello Philip Skene e una grande goletta da utilizzare nella traversata per Fort Ticonderoga. Asa Douglass fu mandato a Crown Point per noleggiare le barche di quella guarnigione da usare nell'attacco.

Nel frattempo, il capitano Benedict Arnold aveva convinto il Comitato di sicurezza del Massachusetts a lasciarlo condurre una spedizione contro Ticonderoga, ricevendo l'autorizzazione il 3 maggio a sollevare fino a quattrocento uomini. Tre giorni dopo, tuttavia, venne a conoscenza dell'impresa di Allen e si precipitò a Castleton, accompagnato solo da un servitore, arrivando la sera del 9 maggio. Ha subito rivendicato il comando dell'operazione. I colonnelli Allen ed Easton chiesero agli uomini riuniti il ​​loro giudizio, ovvero che sarebbero tornati a casa piuttosto che accettare il comando di Arnold. Allen placò l'orgoglio ferito di Arnold offrendosi di lasciare che il capitano marciasse al suo fianco in testa alla colonna. Arnold, che ha aggiunto solo se stesso alla forza dell'unità, ha accettato.

Poco prima dell'alba del 10 maggio, quasi trecento uomini erano a Hand's Cove in attesa delle barche. Finalmente arrivarono due scows, uno portato da due ragazzi che avevano sentito parlare dell'operazione e l'altro portato da Asa Douglass. Rendendosi conto dell'importanza della sorpresa, Allen decise di non aspettare più le barche da Skenesboro, caricò ottantacinque uomini sulle barche disponibili e si diresse verso la sponda opposta. Le raffiche di vento e di pioggia avevano reso pericolosa la traversata di due miglia, ma probabilmente hanno giovato agli aggressori coprendo il loro rumore.

La cattura

I Green Mountain Boys si precipitarono su per il sentiero dalla baia sotto il forte, con Allen e Arnold che si affrettarono a fare un passo alla loro testa in una corsa per essere i primi alla stretta strada coperta con un piccolo cancello che conduceva al forte. Allen ha vinto. Il moschetto di una sentinella britannica fece cilecca mentre cercava di sparare ad Allen, che lo buttò di lato e poi colpì una seconda sentinella con la punta della spada. L'enorme Allen ha afferrato questa sentinella e lo ha costretto a fare da guida agli alloggi degli ufficiali mentre i suoi uomini sciamavano nel forte dietro di lui. Mentre i suoi uomini correvano verso la caserma, Allen bussò alla porta del comandante, gridando: "Vieni fuori da lì, maledetto topo inglese!" Il tenente Jocelyn Feltham, che era arrivato dodici giorni prima con l'elemento di rinforzo di venti uomini che Carleton stava inviando a Delaplace dal Canada, si presentò alla porta con indosso il cappotto e le brache.

Pensando che Feltham fosse il capitano Delaplace, Allen lo invitò ad arrendersi al forte. Quando il luogotenente chiese con quale autorità fosse entrato nel forte del re, Allen rispose: "In nome del grande Geova e del Congresso continentale". A questo punto comparve Delaplace, che si era preso il tempo di vestirsi in modo completo e, vedendo i suoi soldati assonnati e disarmati che venivano portati fuori dalle loro baracche, si arrese al forte. Allen inviò immediatamente Seth Warner e Levi Allen con cento uomini per catturare Crown Point.

I prigionieri erano due ufficiali e quarantotto uomini, molti dei quali invalidi, oltre a ventiquattro donne e bambini. Il matériel catturato a Ticonderoga e Crown Point comprendeva almeno settantotto cannoni utili su più di duecento presi, sei mortai, tre obici, migliaia di palle di cannone, trentamila selci, una ventina di barili e polvere e altri depositi.

In una piccola goletta e in diversi bateaux catturati a Skenesboro, Arnold guidò con successo un raid a St. Johns, in Canada, il 17 maggio. Allen lo seguì e fece un tentativo sconsiderato e fallito di mantenere quest'ultimo incarico contro i rinforzi britannici dalla vicina Chambly.

Conseguenze

Quando il 18 maggio il Congresso seppe che Ticonderoga era stata conquistata, ordinò che il forte fosse abbandonato e tutti i depositi militari accuratamente inventariati ed evacuati all'estremità meridionale del Lago George. Un rifiuto assoluto da parte di Allen, seguito dalle proteste di New York e del New England, costrinse il Congresso ad approvare una risoluzione il 31 maggio che si tenesse a Fort Ticonderoga e Crown Point. Arnold si considerava al comando di questi due luoghi, creando enormi difficoltà ai ribelli. Tuttavia, un comitato del Massachusetts arrivò per informarlo che doveva essere il secondo in comando del colonnello Benjamin Hinman, che era stato inviato con quattordici cento uomini del Connecticut a presidiare i posti catturati. Arnold si dimise dalla sua commissione nel Massachusetts e lasciò il servizio con il primo di una serie di rimostranze.