Thomas clement douglas

Thomas Clement Douglas (1904-1986) era un pastore e politico canadese; il primo ministro del Saskatchewan (1944-1961); primo leader federale, New Democratic Party (1961-1971); e membro del parlamento (1935-1944, 1962-1968 e 1968-1979).

Douglas nacque a Falkirk, in Scozia, il 20 ottobre 1904, figlio di Thomas Douglas, un modellatore di ferro, ex soldato e socialista, e di Annie Clement Douglas, di origini Highland, che era profondamente religiosa con un dono poetico. I Douglas emigrarono a Winnipeg, in Canada, nel 1910. Tommy Douglas iniziò una lotta per tutta la vita con l'osteomielite. Nelle successive lotte per l'ospedale universale e l'assicurazione sanitaria, ha ricordato la sua esperienza come paziente di beneficenza.

Durante la prima guerra mondiale il padre di Douglas si riunì al suo reggimento e la famiglia trascorse gli anni della guerra a Glasgow. Sono tornati a Winnipeg dopo la guerra. Il giovane Tommy Douglas divenne apprendista come tipografo e vinse il campionato di boxe leggero a Manitoba nel 1922 e nel 1923. Fu convinto a riprendere gli studi al Brandon College, diplomandosi nel 1930 come "senior stick" o capo del corpo studentesco. In giugno fu ordinato sacerdote nella chiesa battista di Weyburn, nel Saskatchewan. Ha anche sposato una collega laureata, Irma Dempsey, figlia di un contadino di Carberry.

Gli anni della Depressione hanno acuito il pensiero di un giovane ministro già preoccupato per questioni sociali e politiche. Respinto dal suo contatto con i comunisti durante il sanguinoso sciopero dei minatori di Estevan del 1931, fu attratto dal nuovo partito contadino-laburista del Saskatchewan. Nel 1932 si unì ad altri partiti radicali del Canada occidentale per formare la Cooperativa Commonwealth Federation guidata da un mentore di Winnipeg del giovane Douglas, James Shaver Woodsworth. Nel 1934 Douglas combatté e perse la sua prima elezione come candidato provinciale del CCF a Weyburn. Un anno dopo, nonostante gli avvertimenti degli anziani della chiesa, corse di nuovo. Dopo un'aspra campagna, ha sconfitto un incumbent liberale ed è entrato in Parlamento come uno degli otto CCFers.

In Parlamento Douglas è emerso come un oratore giovane e dinamico con un brillante talento per l'umorismo. Si differenziava dal profondamente pacifista Woodsworth sostenendo la sicurezza collettiva. Quando scoppiò la guerra nel 1939, aiutò a guidare l'ala del CCF che insisteva per la piena partecipazione. Rieletto nel 1940, entrò a far parte del reggimento del South Saskatchewan e nel 1941 non fu arruolato a Hong Kong. Invece, fu scelto a capo del CCF del Saskatchewan nel luglio 1942. Due anni dopo, alle urne, la CCF ha vinto in maniera schiacciante, 47 seggi su cinque.

Colpito più duramente dalla Depressione di qualsiasi provincia canadese, il Saskatchewan andò letteralmente in bancarotta nel 1944. La prosperità in tempo di guerra e il miglioramento dei raccolti significavano solo l'imminente preclusione per gli agricoltori indebitati. Nessuno può sostenere che il "socialismo" abbia rovinato la provincia. Invece, Douglas e il suo brillante tesoriere provinciale, Clarence Fines, hanno progettato un'attenta ripresa economica. In quanto unico regime socialista democratico del Nord America, il Saskatchewan è diventato un laboratorio per nuove idee, da un comitato per il marketing delle pellicce al primo sistema di assicurazione auto governativo al mondo. Una grande ed efficace organizzazione di base, descritta da SM Lipset, ha mantenuto un alto grado di coinvolgimento e responsabilità. Lo stesso Douglas era particolarmente orgoglioso del ruolo pionieristico del Saskatchewan nel migliorare gli standard di vita rurale e nella creazione, oltre l'intensa resistenza da parte della comunità medica, di programmi ospedalieri e di assicurazione sanitaria.

In quanto "isola del socialismo in un mare di capitalismo", Douglas ha insistito sul fatto che il CCF potrebbe sopravvivere nel Saskatchewan solo se il partito crescesse a livello nazionale. Ha sostenuto gli sforzi per ampliare il CCF e per costruire legami organici con il Canadian Labour Congress. Nel 1961, quando un decennio di cambiamento prese forma nel Nuovo Partito Democratico (NDP), Douglas sembrava essere l'unica personalità abbastanza forte da vendere l'idea di un partito sostenuto dai lavoratori ai contadini delle praterie e ai piccoli imprenditori che avevano sostenuto il CCF. Nell'agosto 1961 la convenzione di fondazione del NDP lo scelse come leader con 1,391 voti contro 380.

È stato l'inizio di dieci anni difficili. Douglas ha condotto quattro elezioni generali in una lotta che ha portato la quota di voto del nuovo partito dal 12 al 18 percento. Le sconfitte personali a Regina nel 1962 ea Burnaby-Coquitlam nel 1968 furono parte del dolore; così era la ricorrenza della sua lotta infantile con l'osteomielite. Per un partito che affronta la povertà cronica e con scarso sostegno a est del fiume Ottawa, Douglas è diventato una risorsa importante. In qualità di oratore di piattaforma, la sua arguzia, passione ed eloquenza non avevano quasi eguali. Aveva anche un'acuta abilità tattica che diede al suo partito un'influenza aggiuntiva nei governi di minoranza degli anni '1960. Quando il pionieristico programma di assistenza sanitaria del Saskatchewan divenne una realtà a livello nazionale nel 1967, Douglas si meritò una quota piena del credito. Molti altri elementi del programma del 1961 dell'NDP, dalle pensioni mobili al riconoscimento di Pechino come governo legittimo della Cina, sono stati implementati sebbene il suo partito non abbia mai avuto più del dieci per cento dei seggi alla Camera dei Comuni. Nel 1971, quando il governo impose il War Measures Act, sospendendo le libertà civili per schiacciare un pugno di terroristi, Douglas guidò il suo partito in una solitaria opposizione.

Dopo un decennio di leadership nazionale, Douglas si dimise nel 1971, ma continuò fino al 1979 come membro del Parlamento per il seggio che aveva vinto nel 1969, Nanaimo-Cowichan-Isole. Ha servito come esperto di energia dell'NDP, facendo una campagna per una maggiore proprietà canadese di un'industria petrolifera e del gas che era caduta quasi completamente in mani straniere. Quando si ritirò nel 1979, rimase attivo nel lavoro educativo della Cold-well-Douglas Foundation, fondata da ammiratori nel 1979. Lui e sua moglie vivevano a Ottawa. Le loro due figlie, Shirley e Joan, hanno stabilito le proprie carriere e famiglie. Nel 1984 Douglas fu investito da un autobus di Ottawa ma si riprese. Morì di cancro il 24 febbraio 1986.

Ulteriori letture

Doris French Shackleton's Tommy Douglas (Toronto, 1975) è una biografia simpatica di qualcuno che è chiaramente un eroe per l'autore. Gli anni di Douglas come leader dell'unico governo socialista democratico del Nord America sono stati descritti da un giornalista di Regina, Chris Higinbotham, in Off the Record: Il CCF in Saskatchewan (Toronto, 1968). Il suo ruolo di leader del Nuovo Partito Democratico è descritto da Desmond Morton, NDP: socialdemocrazia in Canada (Toronto, 1978). I discorsi perdono sempre il loro impatto quando vengono messi su carta, ma qualcosa dell'abilità della piattaforma di Douglas può essere trovata in LD Lovick (editore), Tommy Douglas parla (Lantzville, BC, 1979).

Fonti aggiuntive

The Making of a Socialist: i ricordi di TC Douglas, Edmonton, Alta .: University of Alberta Press, 1982.

Francese, Doris Cavell Martin, Tommy Douglas, Toronto: McClelland e Stewart, 1975. □