Thomas betson

Morto 1486

Commerciante e commerciante inglese

Origini oscure. Thomas Betson era un commerciante nel commercio di tessuti di lana tra l'Inghilterra e la Francia a metà del XV secolo. La sua data di nascita non è nota, e non si sa quasi nulla dei suoi primi anni di vita, ma le sue attività divennero molto più facili da seguire mentre si impegnava nella corrispondenza con i suoi fornitori e compagni commercianti negli anni '1470 del XIX secolo.

Mercanti del fiocco. È abbastanza comune associare i commercianti nella prima Europa moderna con le città, perché generalmente solo le città avevano il privilegio di impegnarsi nel commercio, in particolare nel commercio internazionale importante come la produzione e l'esportazione di tessuti di lana. La lana veniva prodotta in Inghilterra e tessuta in tessuti pregiati nelle Fiandre, portando a stretti legami commerciali e politici tra le due regioni. Questo commercio generò così tante entrate per i governi di entrambi i regni che i re inglesi, desiderando sia proteggerlo che controllarlo, designarono alcune città come "punti fondamentali", centri di distribuzione di quasi tutte le materie prime per l'esportazione. Per gran parte del periodo la città principale fu Calais, un possedimento inglese sulla costa della Francia moderna. Il gruppo incorporato di mercanti che commerciavano in lana per l'esportazione erano conosciuti come Merchants of the Staple. Avevano il monopolio del commercio della lana, in cambio del quale pagavano pesanti dazi doganali alla Corona; erano anche responsabili della garanzia della qualità della loro lana. In qualità di Merchant of the Staple, Betson aveva una regolare sede di affari a Calais, oltre che a Londra, e si recò a Bruges, Gand e in altre città fiamminghe in un circuito regolare durante tutto l'anno lavorativo.

Approvvigionamento. Tuttavia, il commercio che poteva essere svolto solo in città debitamente privilegiate iniziava ogni primavera nel cuore dei distretti di campagna inglesi come i Cotswolds e lo Yorkshire con l'annuale tosatura delle pecore. Il primo compito della cucitrice, come venivano chiamati i membri della società commerciale, era quello di ispezionare e acquistare la lana, da singoli agricoltori o da rivenditori locali. Si trattava di un'impresa su larga scala: una singola cucitrice poteva acquistare diverse migliaia di sacchi di lana in una sola spedizione. Generalmente non pagavano in contanti, ma con bollette che dovevano pagare in sei mesi. Una volta acquistata, la merce doveva essere imballata e spedita secondo le rigide normative del governo e della stessa Fellowship of the Staple. Tutta la lana e le pelli dovevano essere imballate nella contea in cui erano state acquistate e sigillate da funzionari nominati dalla Corona. Sono stati poi caricati sui cavalli per il viaggio via terra a Londra. Durante il viaggio, i funzionari della dogana annotarono attentamente il nome dei mercanti con la quantità e la descrizione della lana che spedivano. Una volta a Londra, la lana è stata immagazzinata in magazzini, quindi imballata e spedita attraverso la Manica fino a Calais. Un tale carico costituiva un allettante premio per i numerosi marinai locali su e giù per le coste che integravano le loro entrate con la pirateria, e gli Staplers spesso viaggiavano in convoglio con le loro stesse guardie.

Affari. Betson generalmente attraversava la Manica con la lana per vederla arrivare sana e salva, disimballata, ispezionata, poi reimballata e richiusa, pronta per essere venduta. Se possibile, ha cercato di venderla subito a mercanti fiamminghi, che a loro volta l'avrebbero rivenduta a produttori di tessuti. La lana rimasta sarebbe stata portata alle fiere fiamminghe, tenute regolarmente durante tutto l'anno. In estate tornava dai suoi commercianti nei Cotswolds e altrove per acquistare altra lana dalla tosatura estiva, e tornava di nuovo in autunno per acquistare pelli di pecora, chiamate fells, dopo l'uccisione annuale delle pecore. Ciascuno, a sua volta, sarebbe stato imballato, sigillato, trasportato a Londra, spedito a Calais e venduto il più rapidamente possibile. Gran parte della leva in queste transazioni è rimasta agli Staplers, che disponevano delle materie prime di cui i produttori fiamminghi avevano bisogno, e questa leva si riflette nei regolamenti stabiliti dalla Fellowship of the Staple. Ad esempio, la "vecchia lana", definita come la lana della tosatura estiva che rimaneva ancora invenduta nell'aprile successivo, era molto meno desiderabile della lana nuova, ma i regolamenti della Fellowship richiedevano ai mercanti fiamminghi di acquistare un lotto di lana vecchia ogni due di nuova, assicurando così alle cucitrici di non rimanere con la lana dell'anno scorso tra le mani.

Regolamento dei conti. Per quanto la Fellowship potesse avere molta influenza nella formulazione dei suoi regolamenti, i suoi membri dovevano ancora affrontare le secolari difficoltà dei commercianti quando si trattava di raccogliere i loro soldi. Spesso i mercanti di stoffa pagavano la lana con le banconote, che le cucitrici dovevano ritirare quando dovevano, e loro, come tutti gli altri primi mercanti moderni, accettavano pagamenti in molte valute diverse e da famiglie bancarie inglesi, fiamminghe, italiane e spagnole. Solo dopo che i conti esteri fossero stati saldati, Betson ei suoi colleghi sarebbero stati in grado di pagare le proprie bollette ai fornitori di lana, agli imballatori, agli spedizionieri e al governo. Il numero di transazioni, la necessità di un'attenta contabilità e le numerose possibilità di controversie legali hanno reso l'azienda altamente specializzata. Tuttavia, era anche molto redditizio, con le entrate della Compagnia regolarmente aumentate dai prestiti alla Corona inglese. Betson divenne un uomo ricco.

Affari personali. Thomas Betson ha scritto una serie di affascinanti lettere d'amore alla sua fidanzata, la cui famiglia aveva importanti legami commerciali, quando aveva quattordici anni, esortandola a mangiare bene in modo che potesse crescere rapidamente e potessero essere sposati. Avevano cinque figli in sette anni di matrimonio prima della sua morte nel 1486.