Tempo libero, ricreazione e vita quotidiana: fonti documentarie

Alvise Cà da Mosto (1432-1488), Un lavoro necessario per tutti i nauiga [n] ti che vanno a far parte del mondo (Una guida per tutti i navigatori che desiderano viaggiare in sicurezza; Venezia: stampato da Bernardino Rizus, 1490): il primo resoconto pubblicato dei viaggi di un commerciante veneziano che esplorò Madeira e le Isole Canarie, navigò lungo la costa dell'Africa occidentale fino a a sud come la moderna nazione della Guinea-Bissau, e viaggiato in parte lungo il fiume Gambia, durante due viaggi, nel 1455 e nel 1456. Il libro di Ca da Mosto è uno dei primi libri europei conosciuti sull'Africa occidentale.

Ibn Battuta (1304 - circa 1378), Rihlah (Viaggi): un resoconto di viaggio di un viaggiatore musulmano nordafricano di ampio respiro, che visitò l'Impero del Mali nel 1353, registrando le sue osservazioni su pratiche religiose, costumi, vita quotidiana, politica, relazioni economiche e topografia.

Ibn Hawqal, Kitab Surat al-Ard (A Book on the Shape of the Earth, fine X secolo) —Un importante libro di geografia di un arabo che visitò l'antico impero del Ghana alla fine del X secolo.

Leone Africano (1455 circa - 1544 circa), Descrittione delV Africa (Descrizione dell'Africa, 1550) - Racconto di viaggio di un musulmano spagnolo che visitò l'Impero Songhai dell'Africa occidentale nel 1507 e la capitale del Mali, Timbuktu, nel 1512.

Al-Mas'udi (morto nel 957), Muruj al-Dhahab wa Maadin al-Jawahir (Meadows of Gold and Mines of Precious Stones, 947) —Un lavoro storico-geografico di un musulmano iracheno, che includeva informazioni sulle sue visite in Africa occidentale.

[Immagine non disponibile per motivi di copyright]