Teatro negro americano

L'American Negro Theatre (ANT) è stato fondato nella sezione Harlem di New York City nel 1940 da Abram Hill, uno scrittore, e Frederick O'Neal, un attore. Il loro obiettivo era quello di stabilire un teatro basato sulla comunità per fornire opportunità agli artisti del teatro nero, proprio come avevano fatto le unità negre del Federal Theatre Project prima che fossero interrotte dal Congresso nel 1939.

Il teatro è stato incorporato come una cooperativa e tutti i membri hanno condiviso spese e profitti, riflettendo la politica del teatro di enfatizzare uno stile di recitazione d'insieme piuttosto che singole stelle. Alcuni ufficiali hanno ricevuto stipendi part-time per il loro lavoro attraverso una sovvenzione della Fondazione Rockefeller, ma la maggior parte dei lavoratori ha donato il proprio tempo. Coloro che si sono esibiti anche al di fuori dell'azienda hanno pagato il 2% dei loro guadagni per mantenere il solvente ANT. Nel 1942 Hill e O'Neal fondarono l'ANT Studio Theatre (la prima istituzione di teatro nero autorizzata dal New York State Board of Education) per formare una nuova generazione di artisti del teatro nero.

Dal 1940 al 1949, ANT ha prodotto diciannove opere teatrali, dodici delle quali nuove. Il più grande successo di ANT è stato Anna Lucasta (1944), ma la produzione ha anche gettato i semi dell'eventuale fallimento dell'azienda. Basato su un'opera teatrale di Philip Yordan su una famiglia polacco-americana, Hill e il regista Harry Gribble Wagstaff lo hanno adattato per un cast nero. Dopo una corsa di cinque settimane al teatro dell'ANT nella 135th Street branch della New York Public Library, si è trasferito a Broadway, dove ha suonato per due anni, diventando il dramma nero più longevo nella storia di Broadway. Seguì un tour nazionale e un film, ma ANT non ricevette alcuna royalty da questi, e solo una piccola dalla produzione di Broadway. Inoltre, il fatto che solo pochi attori della produzione di Harlem siano stati utilizzati a Broadway ha causato discordia all'interno della compagnia, alcuni dei cui membri sono diventati più interessati a recitare a Broadway che ad Harlem. Anna Lucasta portò molti critici ad Harlem per vedere le successive produzioni ANT, ma i loro giudizi critici erano basati sugli standard di Broadway. Anche l'ANT sembrava cambiare i suoi standard, allontanandosi sempre più dalla sua missione originale di teatro basato sulla comunità. Dopo il 1945 ha prodotto solo opere teatrali di drammaturghi, come Sean O'Casey Giunone e il pavone (1945-1946), George Kaufman e Moss Hart's Non puoi portarlo con te (1945-1946) e di John Synge Cavalieri al mare (1948-1949). Sebbene ANT abbia trasferito altre tre commedie a Broadway, non hanno avuto successo finanziario. Con i crescenti problemi finanziari alla fine degli anni '1940, l'ANT non disponeva delle finanze per montare produzioni complete. Si sono rivolti, invece, alla produzione di spettacoli di varietà a basso costo e nel 1949 avevano cessato completamente la produzione.

Un certo numero di importanti attori e scrittori neri hanno iniziato la loro carriera nelle produzioni dell'American Negro Theatre o nella scuola Studio. Includono Ruby Dee, Lofton Mitchell, Alice Childress, Earl Hyman, Sidney Poitier e Harry Belafonte.

Guarda anche Childress, Alice; Dramma

Bibliografia

Durham, Weldon, ed. Compagnie teatrali americane, 1931-1986. New York: Greenwood Press, 1989.

Hill, Errol G. e James V. Hatch. Una storia del teatro afroamericano. Cambridge, Regno Unito: Cambridge University Press, 2003.

Walker, Ethel Pitts. "L'American Negro Theatre". In Il teatro dei neri americani, a cura di Errol Hill. Englewood Cliffs, NJ: Prentice-Hall, 1980.

michael paller (1996)
Bibliografia aggiornata