Teatro di danza di Harlem

Il Dance Theatre of Harlem (DTH), una compagnia di danza classica, è stata fondata il 15 agosto 1969 da Arthur Mitchell e Karel Shook come prima compagnia di balletto permanente, professionale, radicata in accademia, prevalentemente nera. Mitchell ha creato DTH per affrontare una triplice missione di opportunità sociali, educative e artistiche per la gente di Harlem, e per dimostrare che "ci sono ballerini neri con il fisico, il temperamento e la resistenza, e tutto ciò che serve per produrre ciò che chiamiamo ballerina "nata". " Durante il suo debutto ufficiale nel 1971, DTH ha sfatato trionfalmente l'opinione che i neri non potessero ballare il balletto. Nel 1993 la DTH era diventata una compagnia di fama mondiale con quarantanove ballerini, settantacinque balletti nel suo repertorio, una scuola associata e un programma di tournée internazionali.

Il vasto repertorio di DTH ha incluso balletti neoclassici tecnicamente esigenti (1946 di George Balanchine I quattro temperamenti ); lavori programmatici (1968 di Arthur Mitchell Rhythmetron e 1970 di Alvin Ailey The River alla musica di Duke Ellington); e pezzi che esplorano l'esperienza afroamericana (1972 di Louis Johnson Forze del ritmo e il 1974 di Geoffrey Holder Dougla creato in collaborazione con la conduttrice-compositrice DTH Tania Leon). Il DTH eccelle anche nelle sue versioni di balletti classici, inclusa una sontuosa produzione disegnata da Geoffrey Holder di Stravinsky Firebird (1982) coreografato da John Taras e una straordinaria messa in scena di ispirazione creola Giselle (1984) creato da Arthur Mitchell, il designer Carl Mitchell e il socio artistico Frederic Franklin. Questo acclamato Giselle ambientare la storia dell'era romantica nella società dei proprietari di piantagioni nere libere nella Louisiana prima della guerra civile. DTH è forse meglio conosciuto per i suoi revival di balletti drammatici, tra cui il 1948 di Agnes de Mille Fall River Legend e 1952 di Valerie Bettis Un tram chiamato Desiderio, entrambi interpretati dalla principale ballerina Virginia Johnson. Altri importanti artisti di danza classica associati a DTH includono Lydia Arbaca, Karen Brown, Stephanie Dabney, Robert Garland, Lorraine Graves, Christina Johnson, Ronald Perry, Walter Raines, Judith Rotardier, Paul Russell, Eddie J. Shellman, Lowell Smith, Mel Tomlinson, e Donald Williams.

Nel 1972 la scuola DTH si trasferì nella sua sede permanente al 466 West 152nd Street, dove corsi di danza, coreografia e musica completarono i programmi di sensibilizzazione portando la danza agli anziani e ai bambini della comunità di Harlem con bisogni speciali. La celebrità internazionale raggiunta da DTH è iniziata con un tour di performance nei Caraibi nel 1970, un impegno al Festival di Spoleto nel 1971 e un auspicabile debutto a Londra nel 1974 al Sadler's Wells Theatre. Nel 1988 i DTH intrapresero un tour di cinque settimane in URSS, esibendosi in spettacoli sold-out a Mosca, Tbilisi e Leningrado, dove la compagnia ricevette una standing ovation al famoso Kirov Theatre. Nel 1992 DTH si è esibito con successo a Johannesburg, in Sud Africa.

Nel 1990, di fronte a un deficit di $ 1.7 milioni, DTH fu costretto a cancellare la sua stagione a New York e licenziare ballerini, tecnici e personale amministrativo per un periodo di sei mesi. Mitchell e il consiglio di amministrazione hanno risposto con maggiori sforzi per ampliare il supporto aziendale e rafforzare la loro base di pubblico afroamericano. Nel 1994 DTH ha completato un progetto di espansione e ristrutturazione da 6 milioni di dollari, che ha raddoppiato l'aula e lo spazio amministrativo e ha confermato l'impegno del DTH a fornire l'accesso alla formazione disciplinata necessaria per una carriera nel balletto classico. Tuttavia, i problemi finanziari sono continuati. Nel febbraio 1997 l'azienda è stata paralizzata da uno sciopero di tre settimane. Nel 2004 l'azienda ha dovuto affrontare un enorme deficit che ha costretto la maggior parte del suo personale a licenziamenti prolungati.

Guarda anche Ailey, Alvin; Balletto; Ellington, Edward Kennedy "Duke"

Bibliografia

Kendall, Elizabeth. "'Casa' in Russia: Dance Theatre di Harlem in tournée in Unione Sovietica." Recensione di balletto 16, n. 4 (inverno 1989): 3–49.

Maynard, Olga. "Dance Theatre of Harlem: Dark and Brilliant Splendor di Arthur Mitchell". Rivista di danza (Maggio 1975): 52-64.

thomas f. defrantz (1996)
Aggiornato dall'autore 2005