Sveglia, difesa di

Wake, defence of (8-23 dicembre 1941). La risoluta difesa dell'atollo di Wake da parte di una piccola forza di marines statunitensi contro un travolgente assalto giapponese fornì l'unico incoraggiamento che l'America poteva rivendicare durante i giorni bui dopo Pearl Harbor. Wake, un atollo del medio Pacifico fiancheggiato dalle isole Marshall e Mariana controllate dai giapponesi, era presidiato da 449 marines, sotto il comandante della marina Winfield Scott Cunningham e il maggiore della marina James PS Devereux, armato di artiglieria, cannoni antiaerei, armi leggere e un marine squadrone da combattimento (VMF-211) con dodici caccia Grumman F4F-3.

Privo di radar, Wake fu sorpreso dall'attacco aereo iniziale giapponese e perse sette Grumman a terra. Con eroiche imprese di manutenzione, il VMF-211 ha tenuto in volo da due a quattro caccia ogni giorno fino al 22 dicembre, quando gli ultimi aerei in difesa furono abbattuti. Ventuno aerei giapponesi furono distrutti su Wake.

Il primo attacco al suolo giapponese l'11 dicembre fu respinto: due cacciatorpediniere nemici furono affondati, altre sette navi da guerra e trasporti furono danneggiati e circa 700 giapponesi uccisi. Questa fu l'unica volta nella guerra del Pacifico in cui un assalto anfibio da entrambe le parti fu mai sconfitto. Mentre i bombardieri giapponesi colpivano Wake in preparazione per un altro atterraggio più forte, una task force di portaerei statunitense che portava rinforzi di terra e di aviazione tentò di raggiungere Wake, ma fallì a causa della decisione del comandante di fare rifornimento piuttosto che andare avanti rispetto ai giapponesi.

La veglia cadde il 23 dicembre, undici ore dopo gli sbarchi comandati dal contrammiraglio Sadamichi Kajioka che costarono agli aggressori altri due cacciatorpediniere e circa 300 vittime. Ottantuno marines americani furono uccisi o feriti durante la difesa.

Bibliografia

Cressman, Robert. Una magnifica lotta: la battaglia per Wake Island. Annapolis, Md .: Naval Institute Press, 1995.

Devereux, James PS La storia di Wake Island. Philadelphia: Lippincott, 1947.

Urwin, Gregory JW Affrontare spaventose probabilità: l'assedio di Wake Island. Lincoln: Pressa dell'Università del Nebraska, 1997.

Robert Debs.HeinlJr./ar