Susanna Moodie

Susanna Moodie (1803-1885), poetessa, scrittrice e saggista canadese, è ricordata principalmente per il suo classico resoconto delle vite dei primi coloni in quella che oggi è la provincia dell'Ontario: "Roughing It in the Bush".

Susanna Strickland è nata a Bungay, Suffolk, in Inghilterra. Sposò JWD Moodie, un ufficiale dell'esercito inglese, e nel 1832 emigrarono nell'Alto Canada (ora Ontario) e si stabilirono prima in una fattoria vicino a Cobourg. Nel 1834 si trasferirono in una zona boschiva nella municipalità di Douro e liberarono una fattoria dal deserto. Il capitano Moodie prese parte alla soppressione della ribellione abortita del 1837, guidata da William Lyon Mackenzie, e poco dopo fu nominato sceriffo della contea di Hastings. Da quel momento in poi, la famiglia visse a Belleville, dove la signora Moodie scrisse la maggior parte dei suoi scritti. È morta a Toronto.

La signora Moodie, molte delle cui sorelle erano anche scrittrici, aveva cominciato a scrivere in Inghilterra. Tra il 1839 e il 1851 contribuì con molte poesie, romanzi in serie, racconti e schizzi in prosa alla principale rivista letteraria canadese del periodo, la Ghirlanda letteraria. Nel 1847 ha contribuito a fondare a Belleville il Victoria Magazine ed è stato il suo editore e collaboratore principale durante l'anno e mezzo in cui è sopravvissuto.

Il capolavoro della signora Moodie, Sgrossandolo nella boscaglia, apparve nel 1852, e il suo seguito leggermente meno riuscito, La vita nelle radure contro il Bush, un anno dopo. Poiché la maggior parte degli schizzi nel libro precedente erano stati scritti molto prima e pubblicati come schizzi nel Ghirlanda letteraria, c'è una netta differenza negli atteggiamenti dell'autore nei due libri. In Sgrossatura E è piuttosto snob nel suo atteggiamento verso gli immigrati e i coloni meno istruiti; in La vita nelle radure si è adattata più pienamente all'ambiente pionieristico e ha apprezzato di più le virtù dei suoi vicini e conoscenti.

In entrambi i libri le migliori qualità della signora Moodie sono le sue accurate osservazioni delle persone e dei processi della vita da pioniera, il suo umorismo secco, il suo dono per i ritratti sorprendenti di personaggi eccentrici e il suo solido buon senso. Riesce a rendere memorabile anche l'evento più banale grazie all'onestà e all'astuzia con cui lo descrive.

Le poesie ei romanzi romantici della signora Moodie, questi ultimi includono Mark Hurdlestone (1853) Flora Lyndsay (1853) Speculazioni matrimoniali (1854), e Geoffrey Moncton (1856): sono molto più convenzionali nella loro forma e nel loro contenuto e sono espressioni tipiche del sentimentalismo vittoriano, della didattica e dell'idealizzazione romantica. La sua reputazione si basa saldamente sui due libri di schizzi autobiografici, che insieme ci danno il quadro più convincente che abbiamo di come la vita nella pioniera dell'Ontario abbia colpito una donna sensibile e intelligente.

Ulteriori letture

Non esiste un libro su Susanna Moodie. I migliori saggi su di lei sono in GH Needler, Otonabee Pioneers (1953) e l '"Introduzione" di Carl F. Klinck alla nuova edizione della Canadian Library di Roughing It in the Bush (1962). Vedi anche Desmond Pacey, Scrittura creativa in Canada: una breve storia della letteratura inglese-canadese (1952; rev. Ed. 1961), e Carl F. Klinck e altri, eds., Storia letteraria del Canada: letteratura canadese in inglese (1965).

Fonti aggiuntive

Moodie, Susanna, Roughing it in the bush, or, Life in Canada, Boston: Beacon Press, 1987. □