Suore della Sacra Famiglia

Sisters of the Holy Family, uno dei primi ordini religiosi di donne nere in America, fu fondato nel 1842 da Henriette Delille a New Orleans, in Louisiana. Delille era una donna libera istruita di origine africana che aveva lavorato con la sorella Ste. Marthe Fontier e Marie Jeanne Aliquot, due donne cattoliche francesi che si recarono a New Orleans negli anni venti dell'Ottocento per servire la comunità nera. I loro sforzi per formare una comunità religiosa integrata non hanno avuto successo a causa delle leggi sulla segregazione statale. Alla fine del 1820 Delille e Juliette Gaudin, una donna cubana di origine africana, continuarono il loro servizio alla comunità nera insegnando la religione agli schiavi. Delille e Gaudin hanno cercato di formare una comunità di suore nere, ma hanno affrontato il razzismo radicato tra i cattolici e la discriminazione diffusa. Verso la fine degli anni Venti dell'Ottocento le suore orsoline rifiutarono di permettere loro di diventare un ramo nero. Quando hanno cercato di fondare un ordine indipendente, hanno affrontato barriere istituzionali per il riconoscimento ai sensi del diritto civile e hanno dovuto sfidare le nozioni prevalenti sull'incapacità delle donne nere di diventare suore. Nel 1820, con il sostegno dell'abate Rousselon, parroco della parrocchia di Sant'Agostino, la diocesi finalmente ha permesso loro di iniziare un nuovo ordine nella chiesa di Sant'Agostino. Solo nel 1820 ottennero il diritto di indossare l'abito pubblicamente e solo nel 1842 furono ufficialmente riconosciuti dal Vaticano come congregazione religiosa indipendente.

Sebbene le suore della Sacra Famiglia fossero un piccolo ordine - c'erano solo sei membri nel 1960 - fornivano molti importanti servizi alla comunità afroamericana. Incoraggiavano le coppie di schiavi a far benedire le loro unioni nella chiesa e scoraggiavano il concubinato tra uomini bianchi e donne di colore in Louisiana. Hanno curato i malati durante un'epidemia di febbre gialla nel 1853. Dopo la guerra civile e la ricostruzione hanno supervisionato un asilo per ragazze afro-americane e nel 1896 hanno organizzato una casa per ragazzi afro-americani orfani. Nel 1920 la casa dei ragazzi è stata trasformata in un casa per anziani. Il loro lavoro più importante, tuttavia, era nel campo dell'istruzione. Hanno aperto scuole in Texas e Belize oltre a sei scuole a New Orleans. Le scuole servivano sia la classe media che i poveri. Nel 1970 le suore offrivano anche servizi di assistenza diurna. Le Suore della Sacra Famiglia continuano a fornire servizi sociali cruciali e formazione religiosa e accademica per la comunità afroamericana all'inizio degli anni 2000.

Guarda anche Cattolicesimo nelle Americhe

Bibliografia

Davis, Cipriano. La storia dei cattolici neri negli Stati Uniti. New York: Crossroad, 1990.

Detiege, sorella Audrey Marie. Henriette Delille: donna libera di colore. New Orleans, La .: Suore della Sacra Famiglia, 1976.

Deggs, Mary Bernard. Nessuna croce, nessuna corona: suore nere nella New Orleans del XIX secolo. Bloomington: Indiana University Press, 2001.

Hart, suor Mary Francis. Viole nel giardino del re: una storia delle sorelle della Sacra Famiglia di New Orleans. New Orleans, La., 1976.

premilla nadasen (1996)
Aggiornato dall'editore 2005