Stones river, battaglia di

Stones River, Battaglia di (1862–63) .Stones River, noto anche come la battaglia di Murfreesboro, fu uno degli scontri più costosi della guerra civile nel Tennessee. A seguito del fallimento della sua campagna nel Kentucky l'autunno precedente, il generale confederato Braxton Bragg ha posizionato il suo esercito del Tennessee (34,000 uomini) per proteggere la linea ferroviaria che corre verso sud-est da Nashville nel cuore della Confederazione. L'armata del Cumberland (44,000 unità) del Mag. Gen. William S. Rosecrans avanzò da Nashville per 30 miglia per incontrare l'esercito di Bragg a Murfreesboro alla fine di dicembre. Rosecrans e Bragg avevano entrambi programmato di attaccare con la fascia sinistra, ma Bragg si è mosso per primo all'alba, il 31 dicembre, cogliendo di sorpresa i Federali. L'ala di estrema destra di Rosecrans si ritirò rapidamente, offrendo una resistenza sparsa. Il centro federale ha combattuto più costantemente, in particolare il Brig. La divisione del generale Philip H. Sheridan, che ha rallentato l'avanzata confederata di diverse ore.

Anche il terreno pianeggiante, gli affioramenti rocciosi e le foreste di cedri intermittenti confusero e ritardarono i Confederati. Al centro, la brigata del Col. William B. Hazen teneva un'area boscosa chiamata Round Forest contro ripetuti e feroci attacchi. La foresta attraversava il Nashville Pike e la Nashville & Chattanooga Railroad, le linee di comunicazione di Rosecrans. La posizione di Hazen ha salvato l'esercito federale, consentendo all'ala destra di ritirarsi facendo perno sulla sua posizione.

Al calar della notte, Rosecrans era riuscita a rattoppare un ultimo ostacolo lungo la picca. Quando i combattimenti si spensero, i Confederati costruirono frettolosamente degli al seno per proteggere i loro guadagni. Il freddo pungente ha causato grandi sofferenze alle migliaia di feriti di entrambi gli eserciti che hanno disseminato il campo quella notte. Il giorno successivo, i due eserciti esausti mantennero le loro posizioni senza muoversi.

Lo stallo fu temporaneamente interrotto il 2 gennaio 1863, quando Rosecrans spostò una divisione sotto il Col. Samuel Beatty attraverso il fiume Stones a McFadden's Ford per minacciare l'estrema destra di Bragg. La divisione confederata del Magg. Gen. John C. Breckinridge contrattaccò, respingendo gli uomini di Beatty attraverso il fiume, ma fu fermata dal fuoco concentrato di quasi sessanta cannoni da campo federali. Questo impegno ha dimostrato l'efficacia dell'artiglieria dell'Unione come fattore decisivo sul campo di battaglia. Dopo cinque giorni di manovre e aspri combattimenti, nessuno dei due eserciti si era avvantaggiato. Il 3 gennaio, Bragg ha ricevuto la prova che Rosecrans stava ricevendo rinforzi sostanziali e ha deciso di abbandonare il campo. I Confederati iniziarono a ritirarsi quella notte, ma Rosecrans scelse di non proseguire. Consolidò la sua posizione a Murfreesboro, scavando vaste fortificazioni, mentre Bragg fortificò le città poche miglia più a sud lungo la linea ferroviaria. I due eserciti si erano così sfiniti che nessuno dei due riprese la campagna attiva per quasi sei mesi.

Stones River è stata una vittoria tattica e strategica per il Nord. Dopo costose sconfitte federali a Fredericksburg, Virginia, e Chickasaw Bayou, Mississippi, il morale dell'opinione pubblica del Nord aveva bisogno di una vittoria, anche se comprata a un così caro prezzo in vite. Le vittime confederate e federali ammontavano a circa 13,000 uomini a testa, circa un terzo di quelle impegnate.
[Vedi anche Civil War: Military and Diplomatic Course.]

Bibliografia

James Lee McDonough, Stones River: Bloody Winter in Tennessee, 1980.
Peter Cozzens, No Better Place to Die: The Battle of Stones River, 1990.

Earl J. Hess