Stile tedesco di fisiologia

Spostare la scienza in laboratorio. Prima del 1870 della fisiologia americana, lo studio di come funzionano gli organismi viventi e mantengono la vita, non era basato sulla ricerca. Il modello da laboratorio è stato importato dalla Germania durante l'ultimo quarto del diciannovesimo secolo da studenti americani che vi studiavano. L'influenza tedesca era così forte che dei trentuno membri fondatori dell'American Physiological Society (1887) formati in Europa, ventotto erano stati formati nelle università tedesche. Praticamente tutti i principali fisiologi americani degli anni Novanta dell'Ottocento furono formati presso il laboratorio di Lipsia di Carl Ludwig (1890-1816), il cui stile personale e amichevole era più attraente per i giovani americani rispetto al più tipico comportamento dal naso duro e imperioso di altri importanti scienziati tedeschi .

Seguendo il modello tedesco. Tutti gli scienziati americani che hanno studiato in Germania sono rimasti molto colpiti dalle strutture sperimentali ben attrezzate - "una serie infinita di macchine, rane, cani" - come William James ha descritto un laboratorio a Berlino. Il primo laboratorio in stile tedesco negli Stati Uniti fu fondato nel 1871 presso l'Università di Harvard da Henry Pickering Bowditch (1840-1911). Come lo ha descritto lo studente di Bowditch, Frederick W. Ellis, questo laboratorio era davvero modesto:

All'epoca in cui Bowditch divenne professore di fisiologia, era una graziosa usanza di Harvard consentire a un titolare di una nuova cattedra di scienze di fornire il proprio apparecchio, e così acquistò e portò a casa dall'Europa strumenti di cui sapeva di aver bisogno. ... La stanza principale del vecchio laboratorio, che non era grande, aveva come arredo principale un tavolo per esperimenti, un lavello, un banco da lavoro e un tornio e una vasca per le rane. Una stanza più piccola che era condivisa con Quincy, che era stata appena nominata assistente in istologia, conteneva valigette per strumenti e alcuni libri. Questo era il laboratorio e l'attrezzatura che Bowditch ha usato per dodici anni.

Eppure queste strutture erano sostanzialmente migliori di quelle dei predecessori di Bowditch. Secondo Ellis, il primo professore di chimica ad Harvard, Josiah P. Cooke, che iniziò ad insegnare lì nel 1850, dovette "illustrare le sue lezioni con gli apparecchi di un laboratorio giovanile che aveva stabilito a casa di suo padre, e il suo primo laboratorio ad Harvard era in una cantina. " Un altro professore si è trovato assegnato "una località sotterranea" per lo spazio di laboratorio e "è stato fortunato se non ha avuto bisogno di una scala per entrarci e di gomme dopo essere arrivato a destinazione". Altri studenti Ludwig hanno allestito laboratori in stile tedesco

alle università di Yale e Johns Hopkins. Nel 1880 la ricerca fisiologica richiedeva non solo un laboratorio con elaborati apparati in stile tedesco e strumenti di precisione, ma anche una serie di assistenti e tecnici. La gestione di un laboratorio del genere era costosa e richiedeva un sostegno finanziario sostenuto, come una dotazione o altri mezzi per fornire i finanziamenti necessari. Inoltre, a causa della novità della scienza basata sulla ricerca e della scarsità di laboratori negli Stati Uniti, Bowditch e altri primi fisiologi avevano difficoltà a mettere i loro studenti al lavoro.

UN AMERICANO IN GERMANIA

Tra i tanti americani che hanno studiato con Carl Ludwig a Lipsia c'era Henry Pickering Bowditch, che ha importato lo stile di ricerca tedesco all'Università di Harvard. Ludwig era amichevole e ricettivo nei confronti dei giovani americani inesperti, per i quali creava problemi di ricerca che facessero emergere i loro talenti specifici. In una lettera del 1870 a una rivista medica di Boston Bowditch descrisse le sue esperienze a Lipsia:

Il Prof. Ludwig dirige personalmente tutto il lavoro svolto in laboratorio, dedicando tutto il suo tempo alla soprintendenza dei suoi allievi e non svolgendo indagini indipendenti. Ciascuno degli alunni, attualmente in numero di nove, fa, sotto la direzione del Professore, una serie di esperimenti allo scopo di risolvere qualche punto speciale della fisiologia. I risultati pervenuti vengono pubblicati alla fine dell'anno, a volte sotto il nome del Professore e dell'allievo insieme, a volte sotto quello del solo allievo. L'intero lavoro del laboratorio forma ogni anno un opuscolo di 150-250 pagine.

Si vedrà quindi che qui vengono offerte numerose strutture, non solo per apprendere lo stato esistente della scienza fisiologica, ma anche per familiarizzare con il modo in cui la fisiologia è attualmente studiata in Germania. Il modo paziente, metodico e fedele in cui i fenomeni della vita sono indagati dai fisiologi tedeschi non solo ispira grande fiducia nei loro risultati, ma incoraggia nella speranza che non sia lontano il giorno in cui la fisiologia prenderà il suo posto come il unico vero fondamento della scienza medica.

Fonte: Henry Pickering Bowditch, "Letter from Leipzig", Boston Medical and Surgical Journal, 82 (1870): 305-307.

L'ascesa della scienza di laboratorio. Lo sviluppo della batteriologia sulla scia dei progressi nella teoria dei germi ha fornito lo stimolo per l'addestramento di laboratorio che ha avviato la fisiologia americana e la scienza di laboratorio in generale negli Stati Uniti durante gli anni 1880 e 1890. La fondazione dell'American Physiological Society nel 1887 segnò l'emergere di una nuova disciplina scientifica. La scienza di laboratorio richiedeva una riforma dell'istruzione e finanziamenti. In un periodo in cui i professori di medicina tipicamente si guadagnavano da vivere con le loro pratiche cliniche ed erano solo istruttori part-time, professori di laboratorio

le scienze dovevano essere impiegate a tempo pieno e perseguire la ricerca oltre che l'insegnamento.