Steamboat Act del 1852

Lo Steamboat Act del 1852 fu il secondo tentativo del Congresso degli Stati Uniti di garantire la sicurezza dei battelli a vapore che dominavano i corsi d'acqua della nazione, principalmente il fiume Mississippi, dove battelli a vapore "a pacchetto" traghettavano regolarmente passeggeri e merci tra St. Louis e New Orleans. La legislazione migliorò una precedente legge (1838) che si era rivelata un debole tentativo di imporre la conformità degli operatori navali a determinati standard e misure di sicurezza: le navi dovevano sottoporsi a ispezioni periodiche dello scafo e della caldaia e di portare con sé attrezzature di salvataggio e antincendio di base. Negli otto mesi precedenti l'approvazione della legge del 1852, sette esplosioni di caldaie a bordo dei battelli a vapore costarono più di settecento vite. Il Congresso ha risposto a questi disastri marittimi stabilendo standard precisi per la costruzione di caldaie per battelli a vapore, comprese le regole sulle valvole di sicurezza e le pressioni di esercizio. Ha inoltre istituito un sistema di licenze per tutti gli operatori di navi passeggeri a vapore. Le licenze erano di competenza del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, che assunse ispettori civili. Lo Steamboat Act del 1852 fu la base per lo Steamboat Inspection Service degli Stati Uniti, la cui autorità fu costantemente rafforzata da successivi atti del Congresso, la maggior parte dei quali in risposta a ulteriori disastri lungo i corsi d'acqua americani. Nel 1865 la caldaia esplose sul battello a vapore Sultanina, che era in viaggio tra Memphis, Tennessee e St. Louis, Missouri. L'esplosione e il conseguente incendio hanno causato la morte di oltre 1,500 delle 2,300 persone a bordo, molti dei quali soldati dell'Unione recentemente rilasciati dalle prigioni confederate. Poiché il servizio di ispezione Steamboat aveva certificato il Sultana per trasportare solo 376 passeggeri, è stato prosciolto da ogni colpa; gli operatori della nave sono stati ritenuti responsabili del disastro. Tuttavia, il Congresso successivamente ha approvato una serie di leggi sulla sicurezza dei battelli a vapore per aiutare gli sforzi del servizio di ispezione per far rispettare la sicurezza. Un atto del 1871 diede al servizio l'autorità di rilasciare licenze a comandanti, piloti e ingegneri. Nel 1903 il servizio fu trasferito dal Dipartimento del Tesoro al Dipartimento del Commercio e del Lavoro. Quando quel dipartimento si sciolse nel 1913, il servizio era di competenza del neo formato Dipartimento del Commercio. Nel 1932 lo Steamboat Inspection Service fu fuso con il Bureau of Navigation (istituito nel 1844), che divenne noto come Bureau of Marine Inspection and Navigation.