St. Beda

San Beda (c. 672-735), noto come il Venerabile Beda, era un monaco, studioso e teologo inglese. Le sue opere furono il coronamento del successo culturale in Inghilterra nell'VIII secolo, "l'era di Beda".

Beda è nato in Northumbria, vicino a Jarrow. Quando aveva 7 anni, i parenti lo portarono all'abbazia benedettina nella vicina Wearmouth; trascorse il resto della sua vita a Wearmouth e più tardi in un nuovo monastero a Jarrow. Il periodo durante il quale visse Beda fu "l'età d'oro del monachesimo inglese" e gli stretti rapporti con Roma e il papato portarono a un libero scambio di informazioni e cultura.

Le opere di Beda sono molte e varie; stabilire la loro cronologia con precisione è difficile. Considerava che il suo principale risultato fossero i suoi commentari biblici, che erano saldamente radicati nell'esegesi tradizionale, con molto uso dell'allegoria per esporre i significati scritturali. Ha scritto due trattati scientifici sulla cronologia e la formazione del calendario della Chiesa, le stagioni (703) e Nella stagione (725), a ciascuna delle quali era allegata una cronaca delle età del mondo stabilita da Dio. Beda scrisse anche una serie di vite di santi, piene di miracoli edificanti, comprese due versioni della vita di San Cuthbert (ca. 704 e 721).

Tutti gli interessi di Beda si intersecarono brillantemente nel Storia delle parole inglesi (Storia ecclesiastica del popolo inglese), che terminò nel 731. È, in effetti, la vita di un santo con la nazione inglese come eroe, e illustra la proposizione teologica altomedievale secondo cui le opere della Divina Provvidenza sono visibili nella storia. Il tema di Beda è la conversione degli anglosassoni, dopo il loro insediamento in Gran Bretagna, da parte dei missionari di Roma e dell'Irlanda. Esempi esemplari di passaggi miracolosi illustrano i benefici derivati ​​dagli inglesi dall'ascolto del messaggio del Vangelo e i meriti di coloro che dedicano la loro vita a diffondere quel messaggio. Beda include molti documenti che forniscono importanti informazioni sulla primitiva Chiesa inglese, e rivela i suoi notevoli talenti narrativi in ​​molti racconti affascinanti, come quello di Caedmon, il contadino illetterato che diventa miracolosamente il primo poeta religioso in inglese.

Beda morì a Jarrow nel 735. Ben presto divenne una leggenda, venerato per la sua santità e cultura. Il suo più grande lavoro, il Storia ecclesiastica, è stato un modello costante per gli storici durante tutto il Medioevo.

Ulteriori letture

L'introduzione più completa a Bede è A. Hamilton Thompson, ed., Beda: la sua vita, i tempi e gli scritti (1935). Un'analisi percettiva dell'agiografia e della storiografia di Beda è in Charles W. Jones, Saints 'Lives and Chronicles in Early England (1947). Un'interpretazione di Bede's Storia ecclesiasticaè presentato nel capitolo su Beda in Robert W. Hanning, La visione della storia all'inizio della Gran Bretagna: da Gildas a Geoffrey di Monmouth (1966). Margaret Deanesley, La chiesa pre-conquista in Inghilterra (1961), fornisce un resoconto moderno della conversione degli anglosassoni.

Fonti aggiuntive

Browne, GF (George Forrest), Il venerabile Beda, la sua vita e i suoi scritti, Norwood, Pa .: Norwood Editions, 1977.

Hunter Blair, Peter, Il mondo di Beda, Cambridge Inghilterra; New York: Cambridge University Press, 1990.

Ward, Benedicta, Il venerabile Beda, Harrisburg, PA: Morehouse Pub., 1990. □