Sol ch’ong

Sol Ch'ong (ca. 680-750) fu un eminente studioso coreano confuciano della dinastia Silla. Ha dato un contributo significativo al campo dell'istruzione attraverso lo sviluppo di un sistema per scrivere in coreano. Era conosciuto come uno dei dieci saggi confuciani di Silla.

Sol Ch'ong, la cui denominazione letteraria era Pingwoldang (Sala della Luna di Ghiaccio), proveniva dal clan Sol di Kyongju, la capitale dell'antica Silla. Quando Kim Pusik incluse la biografia di Sol Ch'ong nella sua Storia dei Tre Regni nel XIII secolo, molte informazioni sulla carriera di Sol Ch'ong erano andate perse.

Silla aveva un forte sistema di caste chiamato Bone Ranks, e Sol proveniva da una delle famiglie eminenti. Suo nonno aveva ricoperto alte cariche nel governo prima che Silla unificasse la penisola coreana, e suo padre, Wonhyo, era un eminente monaco in questo regno prevalentemente buddista. Wonhyo sposò una principessa reale che diede alla luce Sol Ch'ong. Wonhyo è noto per aver scritto almeno 12 volumi sul buddismo ed era considerato uno dei dieci santi buddisti di Silla. Insieme al monaco Ú isang, fondò il Tempio Pomosa, che oggi si trova vicino a Pusan.

Sol Ch'ong raggiunse una posizione elevata nell'Accademia Nazionale, dove i suoi compiti principali consistevano nella traduzione di dispacci in cinese per il re. Essendo uno dei tre più famosi studiosi confuciani di Silla - gli altri Kang Su e Ch'oe Chiwon - Sol tenne conferenze sui classici confuciani in volgare coreano.

Dato che la Corea era caduta sotto l'influenza cinese molto prima dell'era cristiana e prima che i coreani sviluppassero un mezzo per scrivere la loro lingua, il cinese veniva utilizzato per registrare idee e trattare affari. Si diceva che Sol Ch'ong avesse inventato idu, un sistema che permetteva ai coreani di scrivere flessioni di nomi e verbi usati nella loro lingua tra i caratteri cinesi per tradurre il cinese nella grammatica coreana. In modo simile, le parole coreane pure potrebbero essere scritte utilizzando i caratteri cinesi per i loro valori fonetici. Tuttavia, l'esistenza dei Monumenti del Royal Tour, eretti sulla montagna del Nord Han durante il regno del re Chinhúng (regnò 540-575) e inscritti in idu, indica che il sistema ebbe origine molto prima della nascita di Sol. È probabile che la fama di Sol Ch'ong derivi dalla sua raccolta e organizzazione di Idu simboli piuttosto che dalla loro invenzione.

Un'opera originale di Sol Ch'ong è menzionata nel Storia dei Tre Regni ed è intitolato L'avvertimento del Re dei Fiori (Hwa Wang Kye). Si diceva che fosse un'opera allegorica che presentava personaggi di corte come residenti del Regno dei Fiori.

Nel 1022 si tenne una cerimonia commemorativa per Sol nel Santuario Nazionale, che fu custodito nell'Accademia Soak di Kyongju.

Ulteriori letture

A causa della scarsità di dati concreti relativi alla sua carriera, non esistono opere complete su Sol Ch'ong in lingue occidentali o asiatiche. Per informazioni generali vedere Edwin O. Reischauer e John K. Fairbank, Una storia della civiltà dell'Asia orientale, vol. 1: Asia orientale: la grande tradizione (1958) e Peter H. Lee, Letteratura coreana: argomenti e temi (1965). □