Società tecnologica russa imperiale

Nell'era prima della rivoluzione, la Società Tecnica Imperiale Russa (IRTS) era l'organizzazione tecnica più importante e antica della Russia. Fondata nel 1866 a San Pietroburgo sul modello di società simili in tutta Europa, ha riunito scienziati, ingegneri e altre persone interessate a promuovere lo sviluppo tecnologico. Sovvenzionato dal Ministero della Pubblica Istruzione, dal Ministero delle Finanze e da altre agenzie governative e dall'industria, si è concentrato sulle invenzioni e sull'applicazione della tecnologia al fine di favorire lo sviluppo delle industrie manifatturiere e di produzione della Russia e promuovere le attività industriali e crescita economica. Guidato da scienziati come il chimico Dmitry I. Mendeleyev e l'ingegnere militare e chimico Count Kochubei, l'IRTS ha incoraggiato una maggiore cooperazione tra il governo e il mondo della scienza, della tecnologia e dell'industria.

I membri dell'IRTS erano preoccupati per la produzione del debole settore privato russo e ritenevano che la politica tecnologica dello stato zarista fosse inadeguata, specialmente nella sfera militare. Questo punto di vista fu confermato dalla guerra russo-giapponese (1904-1905), e infatti non fu fino a quel momento che il governo iniziò a incoraggiare l'IRTS a sostenere l'aviazione. La prima guerra mondiale ha fornito all'IRTS un'altra opportunità per richiedere un maggiore sostegno statale per la ricerca scientifica e tecnologica.

Fin dall'inizio IRTS è stata fortemente impegnata nella diffusione dell'educazione tecnica, privilegiando il modello politecnico a livello universitario piuttosto che istituti specializzati, perché gli studenti delle scuole del primo tipo sarebbero stati più creativi e flessibili nei loro futuri lavori. Oltre a scuole tecniche e classi speciali, ha condotto scuole serali per adulti. Ha anche cercato di rendere popolare lo sviluppo tecnologico organizzando una biblioteca tecnica, un museo tecnico e un museo itinerante e pubblicando libri di scienze per le scuole tecniche. Già nel 1867 l'IRTS iniziò a pubblicare una rivista, Appunti dalla Società Tecnica Imperiale Russa (Zapiski IRTO ), e organizzare riunioni su argomenti tecnici e sulla formazione tecnica e professionale. Infine, ha distribuito premi e medaglie a sostegno e ricompensa di invenzioni, ricerche e applicazioni nel campo della tecnologia.

IRTS era un'organizzazione nazionale e aveva una rete di corrispondenti in tutta la Russia. A partire dagli anni '1860 dell'Ottocento aveva uffici in molte province. Nel 1896 ce n'erano ventitré, alcuni dei quali pubblicarono riviste proprie. Nel 1914 l'IRTS contava duemila membri, quattro volte di più rispetto a quando iniziò. La Società Tecnica Russa continuò le sue attività fino al 1929, quando fu eliminata perché era un'organizzazione di specialisti borghesi.