Società per la prevenzione della crudeltà verso gli animali

Società per la prevenzione della crudeltà verso gli animali. Entro un decennio dalla fondazione dell'American Society for the Prevention of Cruelty to Animals (1866) a New York, i cittadini di dozzine di comunità negli Stati Uniti e in Canada hanno istituito organizzazioni indipendenti per perseguire un lavoro simile. La proliferazione di società per la prevenzione della crudeltà verso gli animali (SPCA) nell'immediato periodo successivo alla guerra civile rifletteva una convergenza dinamica tra il crescente interesse sociale per la protezione degli animali e le numerose sfide pratiche associate all'incorporazione degli animali in una fiorente società industriale urbana . Gli SPCA perseguivano un ampio programma, affrontando il maltrattamento degli animali durante il trasporto e il trasporto, la produzione di cibo, l'intrattenimento, la ricreazione, la fisiologia sperimentale e altri contesti.

Molte SPCA si sono assicurate entrambe le carte statali che concedevano un potere di applicazione della legge limitato e l'approvazione di leggi rudimentali contro la criminalità, ma il perseguimento della crudeltà era solo un approccio alla riforma. I sostenitori hanno anche dedicato le loro energie all'educazione dei bambini al trattamento umano degli animali e alla diffusione generale di informazioni sulla cura degli animali. Inoltre, gli SPCA hanno fornito una serie di servizi e programmi per migliorare le condizioni in cui gli animali lavoravano e vivevano, in particolare nelle città. Il movimento contro la crudeltà verso gli animali ha goduto di un forte sostegno da parte delle donne e aveva legami significativi con i movimenti per la temperanza e la protezione dei bambini.

Bibliografia

Finsen, Lawrence e Susan Finsen. Il movimento per i diritti degli animali in America: dalla compassione al rispetto. New York: Twayne, 1994.

BernardUnti