Società missionaria londinese

La London Missionary Society (LMS), fondata nel 1795, era una delle numerose società missionarie straniere di volontariato formate in tutta l'Europa occidentale alla fine del diciottesimo secolo. I risvegli evangelici che hanno ispirato l'attività umanitaria dei laici in patria, insieme a un accresciuto senso delle responsabilità morali della Gran Bretagna nei confronti delle popolazioni nel suo impero in crescita, hanno portato all'ondata di missioni straniere che hanno attraversato il diciannovesimo secolo. I fondatori della LMS erano stati preceduti dai fondatori della Baptist Missionary Society (1792), e furono seguiti da colleghi evangelici che fondarono organizzazioni in Scozia e in Inghilterra: in Scozia, le Società Missionarie di Edimburgo e Glasgow (entrambe 1796) e in Inghilterra, la Society for Missions to Africa and the East (1799), che dal 1812 era nota come Church Missionary Society. L'LMS si unì alla Commonwealth Missionary Society per diventare il Consiglio congregazionale per la missione mondiale nel 1966, e quell'organizzazione si è evoluta nel Consiglio per la missione mondiale nel 1977.

I principi fondanti aconfessionali della Società Missionaria, come era conosciuta la LMS fino a quando non fu ribattezzata nel 1818, furono preservati per tutta la sua storia istituzionale nonostante il fatto che l'organizzazione divenne abbastanza rapidamente associata quasi esclusivamente alle Chiese congregazionali in Gran Bretagna. L'appartenenza alla società era basata sull'abbonamento annuale. I membri si sono riuniti ogni anno a maggio per deliberare, votare sulle decisioni amministrative, per essere presentati e inviare nuovi missionari e quelli in congedo e per celebrare la vita e il lavoro dell'istituzione. Il lavoro amministrativo formale dell'LMS è stato intrapreso da un Consiglio di amministrazione volontario, l'amministrazione è stata gestita da un ministro degli Interni e un ministro degli Esteri ha scambiato corrispondenza personale e commerciale con i missionari impiegati dalla società in tutto il mondo. Nel 1810 questa struttura organizzativa di base fu ampliata per includere un numero crescente di comitati, alcuni specifici per regione, che supervisionavano il lavoro sempre più complesso. Questi includevano un comitato d'esame, il cui compito era quello di selezionare e addestrare i candidati alla missione. Nel 1875 questo gruppo fu raggiunto da un consiglio di donne, che funzionò fino al 1891, quando fu sostituito da un comitato d'esame per donne dopo che le donne furono autorizzate a entrare nel Consiglio di amministrazione. Questi comitati centrali erano anche supportati da una rete di gruppi ausiliari locali volontari, organizzati e sostenuti principalmente da donne, che hanno diffuso informazioni sulle missioni e raccolto i fondi - a piccoli incrementi - necessari per sostenere il lavoro amministrativo e missionario. Ciò che sembra chiaro è che il potere decisionale delle donne, sia in Gran Bretagna che nel lavoro straniero, risiedeva nella loro capacità di esercitare abilità nel lavorare all'interno di quella che era un'organizzazione istituzionale dominata dagli uomini. In quanto tali, le donne operavano attraverso reti familiari e sociali e quando tentavano di influenzare il processo decisionale erano vincolate dalla necessità di evitare il tipo di confronti diretti che erano certe di perdere.

L'LMS inviò i suoi primi missionari all'estero nel 1796, a Tahiti, e nel 1945 aveva inviato 1,800 uomini e donne per impegnarsi in missioni all'estero. Le missioni LMS nei mari del sud sono state caratterizzate dalla creazione di piccole ma vivaci comunità cristiane, come quelle che hanno portato alla chiesa autogovernante in Papua. Furono anche segnati da eventi drammatici, come il destino che toccò John Williams, che si unì alla missione nel 1817 e divenne uno dei martiri più famosi della LMS. Le critiche di Williams alle pratiche LMS esistenti, i suoi ampi viaggi e l'evangelizzazione dinamica e la sua morte violenta a Erromanga nel 1839 lo hanno reso un'ispirazione per i futuri operatori di missione; la società ha successivamente chiamato una serie di sette barche missionarie dopo di lui, e le scatole di legno a forma di nave etichettate "il John Williams" sono state usate dai missionari che raccoglievano il cambiamento che supportava il lavoro della missione. Un'impresa missionaria fu fondata nella Siberia orientale nel 1818 quando due missionari e le loro mogli si recarono a Irkutsk per evangelizzare i Buriati prima di passare a lavorare con i mongoli in Cina. Altre missioni furono stabilite in Grecia e Malta, in Nord America, e presso gli ebrei a Londra durante quest'epoca.

I principali settori dell'attività LMS nel XIX secolo sono stati India, Cina, Sud-est asiatico, Pacifico, Madagascar, Africa centrale e meridionale, Australia e Caraibi. L'LMS ha assunto un numero significativo di missionari scozzesi nel corso della sua storia. Poiché gli scozzesi tendevano ad essere più istruiti dei loro colleghi inglesi, costituivano la maggior parte dei missionari medici della Società e fornivano i cuori e le mani per il lavoro nell'est, dove i candidati più preparati erano ritenuti necessari per contrastare gli argomenti dell'induismo e dell'Islam . Il lavoro di LMS in India fu iniziato per la prima volta nel 1798 fuori Calcutta; i lavori furono iniziati successivamente nell'India occidentale, e poi nell'India meridionale, nel 1805. Il lavoro LMS in Cina fu iniziato da Robert Morrison, che arrivò a Canton (Guangzhou), l'unico porto aperto agli stranieri, nel 1807; lui ei colleghi che lo hanno seguito si sono concentrati sulla traduzione e sull'editoria. Tuttavia, il governo imperiale Qing riuscì a rifiutare l'ingresso degli occidentali nel resto della Cina fino alla metà del diciannovesimo secolo, e fu solo dopo il 1843 che i lavoratori della LMS iniziarono a farsi strada lentamente nella Cina continentale. I missionari LMS erano presenti nei primi giorni dell'insediamento in Sierra Leone, ma l'attività sostenuta di LMS in Africa iniziò nel 1799 nell'Africa meridionale e si diffuse a nord. Una serie di missionari LMS nell'Africa meridionale ha offerto una critica importante e sostenuta delle azioni dei coloni, dell'attività coloniale e della politica imperiale; David Livingstone, il missionario popolare più famoso della società, ha viaggiato verso nord da lì nei suoi famosi viaggi come missionario ed esploratore. In ciascuno dei territori in cui operava l'LMS, una combinazione di predicazione, creazione di istituzioni e lavoro di sensibilizzazione sociale è stata soddisfatta da una varietà di risposte che vanno dall'accettazione all'adattamento, al rifiuto totale.

Sia a causa che a dispetto degli sforzi delle società missionarie come la LMS, in tutto il mondo furono istituite chiese cristiane che mostravano credenze e pratiche ben distinte da qualsiasi cosa si trovasse in Occidente. Dalla loro istituzione, molte di queste chiese si sono sviluppate fino a raggiungere dimensioni e dinamismo che hanno superato la chiesa occidentale.